Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Costruire Insieme: bilancio positivo. "60 mila euro accantonati per armonizzare i contratti"

L'azienda speciale Costruire Insieme ha approvato il bilancio (che deve ancora passare al vaglio del Consiglio comunale) con un avanzo positivo di 98 mila euro. Ma ora l'azienda si trova ad affrontare due passaggi importanti: la nomina della nuova presidenza e del CdA (nominata da poco la nuova direttrice) e l'obiettivo di "armonizzazione" dei contratti dei 34 dipendenti
 ALESSANDRIA - Uno dei primi “cambiamenti” - in positivo – per l'azienda speciale Costruire Insieme è il suo bilancio: 98 mila euro di avanzo, “grazie al lavoro di squadra e alle professionalità che hanno lavorato per arrivare a questo risultato, considerando che quando sono arrivato in questa azienda il possibile passivo era di 300 mila euro e grandi difficoltà”. Queste le parole del presidente Giovanni Frera in commissione Bilancio. Forse le ultime, visto che uno dei prossimi “passi” importanti per l'azienda speciale sarà proprio il rinnovo della Presidenza e quella del Consiglio di Amministrazione. Dopo la nomina (avvenuta il 1 aprile ufficialmente) della nuova Direttrice, la dottoressa Bigi, che si occupa già della biblioteca civica “F. Calvo”.

Che in questi giorni ha preso in mano tutte le “scartoffie” e tutte le questioni ancora aperte: “questo è un periodo di passaggio per l'azienda – ha commentato – Oltre ai rinnovi delle cariche abbiamo un contratto di servizio e un piano programma scaduti a fine 2017. E' quell'atto attraverso il quale il Comune di Alessandria dà gli indirizzi e le strategie per pianificare l'attività dell'azienda”. Il nuovo contratto di servizio sembra “in divenire” e nel frattempo quindi Costruire Insieme procede con le attività avviate: Informagiovani, Musei, Biblioteca, Sale d'Arte e Palazzo Cuttica. E ancora gli uffici delle Mediatrici culturali e le due Ludoteche. Che sono quelle attività in parte fonte di “risorse” per l'azienda, visto che il bilancio - come precisato dalla Bigi – si basa sui trasferimenti da Palazzo Rosso (1 milione 150 mila euro per il 2018) e sui ricavi che l'azienda ottiene con i servizi a pagamento che vengono offerti. “Lo scorso anno 47 mila euro di introito da musei e biblioteca e 38 mila da altri servizi”.

In attesa quindi delle nuove direttive da parte dell'amministrazione Cuttica, “un obiettivo già chiaro per il 2018 è sicuramente quello di armonizzare i contratti dei 34 dipendenti dell'azienda, che rappresentano la principale risorsa per fare bene, ma che corrispondono anche alla spesa di maggior peso da sostenere nel bilancio aziendale”. Lavoratori che ad oggi sono divisi tra un contratto di lavoro di pubblico impiego (come dovrebbe essere, come è scritto nello statuto dell'azienda) e altri del terziario. “Per questo motivo dei 98 mila euro di avanzo, 60 mila sono stati accantonati, proprio per procedere alla compensazione dei nuovi contratti uniformati”. Che potrebbero avere bisogno di risorse aggiuntive (messe appunto da parte) per indennità, festivi, reperibilità, ecc...

Restano ancora sotto un grande punto interrogativo i dipendenti del Csi Piemonte (una volta che verrà dismesso il contratto e il servizio). “In questi mesi è stato detto che magari potevano rientrare in Costruire Insieme – chiede il consigliere Giorgio Abonante dai banchi della minoranza – Ne sapete qualcosa?”. “Per ora a noi non sono arrivate richieste ufficiali in merito” ha risposto il presidente Frera.

Un'altra questione è quella degli spazi: “bastano gli spazi, ad esempio alla biblioteca? O avrebbe bisogno di allargarsi?” chiede il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Michelangelo Serra. “Serve sempre più spazio, ma confidiamo nelle prospettive del domani se dovesse andare a buon fine il progetto del sindaco sul complesso di San Francesco” ha risposto la direttrice. Ovvero “se lo spazio di San Francesco diventasse Museo Civico, verrebbero liberate le Sale d'Arte a Palazzo Cuttica...e questo diventerebbe spazio della biblioteca”. Ancora tanti se e tanti ma....ma nel frattempo non mancano le questioni da risolvere: contratto di servizio e contratti dipendenti in primis.
20/04/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Golf e auto storiche, due successi
Golf e auto storiche, due successi
Forza e Virtù, conferma a Milano
Forza e Virtù, conferma a Milano
Outlet, festa di primavera
Outlet, festa di primavera
Forte di Gavi, Forte di tutti
Forte di Gavi, Forte di tutti
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”