Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Dopo la petizione popolare, il treno per Milano in un'ora quando partirà?

Ci sono Regionali (treni) e Regionali (elezioni): entrambi potrebbero consentire ad Alessandria di uscire dall'isolamento ferroviario, come richiesto dalle 20 mila firme di #inunorasolativorrei. Intanto si studiano i 'flussi'
ALESSANDRIA - Se da una parte Casale Monferrato brinda alla riapertura della linea ferroviaria verso Mortara e quindi verso la Lombardia – con un investimento milionario per le infrastrutture ferroviarie – Alessandria è ferma alla petizione #inunorasolativorrei che ha raccolto quasi 20 mila firme per chiedere una linea diretta con Milano.

Ad oggi, a parte alcuni treni per i pendolari del mattino - che comunque impiegano quasi un’ora e mezza per arrivare nel capoluogo lombardo – Alessandria vive in un isolamento ferroviario progressivo e senza precedenti.

La petizione lanciata il 15 marzo da Edicola Signorelli, fatta propria da Comune e Provincia, ha poi riscosso un interessante successo, con buona pace di chi teme che avvicinarsi a Milano sia, al contrario, un problema per lo shopping e per le spese del tempo libero (invece di corso Roma, corso Buenos Aires? E poi vai a Milano per l’aperitivo e ci vai in treno?).

Il Sindaco in persona aveva fatto sua questa iniziativa, ritenuta indispensabile per il progetto di una Alessandria ‘porta del Monferrato’. Ma a che punto siamo dopo mesi e mesi di raccolta firme?

Siamo ancora lontanucci da Milano. Il riassetto delle ferrovie lombarde potrebbe costituire un grattacapo in più. Regione Lombardia, Trenord e FS devono ancora mettere d’accordo su come redistribuirsi le linee regionali. Pertanto non si sa quale sarà il potenziale interlocutore con i mandrogni, fermo restando che la partita si deve debba giocare su più tavoli contemporaneamente.

Siamo anche ad uno studio commissionato per analizzare ‘l’incoming’ di milanesi-lombardi che potrebbero venire ad Alessandria o giù di lì, come una sorta di periferia dell’hinterland.

Nulla di più,  nulla di certo, insomma. D’altronde migliorie di questo genere non si fanno dall’oggi al domani e spesso a dare l’accellerata decisiva ci pensa la politica regionale. E il Piemonte, si sa, è già in clima elettorale... 

I commmercianti alessandrini timorosi di un’esodo dei clienti verso Milano stiano tranquilli, almeno fino alla prossima primavera: in un’ora di treno si arriverà al massimo a Vigevano. Le firme dovevano servire per “andare poi a battere i pugni sul tavolo per ottenere queste agevolazioni”. Aspettiamo pazienti sul binario.
 
15/11/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, la difesa di Muliere
Pernigotti, la difesa di Muliere
"Orde di locuste"
"Orde di locuste"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Cantina produttori del Gavi
Cantina produttori del Gavi
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Una lotta che non si ferma
Una lotta che non si ferma