Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

E' l'anno del rilancio del parcheggio di via Parma? Ma le tariffe non piacciono a tutti

Secondo Amag Mobilità il parcheggio di via Parma ha iniziato il suo percorso rilancio: aumentano gli utenti e si tenta di collocare sul mercato delle locazioni gli uffici. Ma le tariffe, secondo alcuni, sono troppo elevate. L'azienda: “sono in linea con le tariffe degli stalli in centro. Sono disponibili inoltre abbonamenti convenienti”
ALESSANDRIA – Sono in aumento gli utenti del parcheggio di via Parma, dopo gli interventi di manutenzione e riqualificazione. A sostenerlo è Amag Mobilità, che quel multipiano mai del tutto decollato se lo è ritrovato sulle croste. Le caratteristiche per ripartire le ha tutte: vicino al centro e coperto.
Sono le tariffe, però, secondo alcuni utenti, a non convincere e a frenare un suo utilizzo al massimo delle potenzialità.
Insomma, lasciare l'auto in via Parma, ad Alessandria, costa più che a Milano, nel posteggio di Famagosta.
In via Parma, la prima mezz'ora di sosta costa 50 centesimi. Per le prime quattro ore sono 1 euro all'ora (due ore, due euro e così via, fino a 4). Oltre le 4 ore, si aumenta di 50 centesimi all'ora. Dovendo lasciare l'auto, poniamo, per 8 ore, si paga quindi 6 euro.
A Milano, per le prime 5 ore sono 1,50 euro e per 8 ore il costo è di 2 euro. Sempre a Milano il settimanale diurno costa 8,50 euro (dalle 5 del mattino alle 21 di sera) e 32 euro per un mese, sempre dalle 5 alle 21.
Ad Alessandria il mensile diurno (dalle 7,30 fino alle 20,30) è di 50 euro; quello per tutta la giornata è di 80 euro.

“Non si può paragonare un parcheggio di prossimità come quello di Famagosta con un posteggio a trecento metri dal centro, come quello di via Parma. Alessandria non è una metropoli”, è la replica di Franco Repossi, direttore di Amag Mobilità. “Inoltre – aggiunge – le tariffe rispecchiano quelle degli stalli blu all'aperto, con in vantaggio, nel multipiano, che l'auto è al coperto”. Sempre secondo Repossi, le tariffe sono anche il linea con quelle delle città limitrofe, di pari dimensioni. 
Curiosando on line, scopriamo che ad Asti si va dal giornaliero di 7 euro, (con biglietto bus omaggio) al mensile da 25 euro. A Novara i mensili sono da 30 o 45 euro in base alle zone. Ma non è specificata la tipologia di posteggio (se coperto o scoperto). 

Fatta la doverosa precisazione, Repossi parla di un rilancio in corso per il posteggio di via Parma che, ammette, non è mai stato sfruttato per quelle che sono le sue potenzialità- “Sono stati fatti investimenti per la riqualificazione. Non abbiamo più avuto segnalazione, ad esempio, di ingressi notturni non consoni ad un posteggio. Ora è sicuro”.
Nel contempo, è in corso il tentativo di mettere sul mercato delle locazioni gli uffici che si trovano ai piani alti. “Il complesso consta del posteggio e di una palazzina cosiddetta 'degli uffici'. Sono spazi ben posizionati che a nostro avviso possono essere interessanti, per la posizione e per la metratura”. E, se può essere un punto di forza, dalla posizione si gode di una ottima vista su Alessandria.
21/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta