Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie C - girone A

Grigi: le tre settimane di fuoco cominciano da Piacenza. "Ragionare da squadra che deve salvarsi"

Alle 20.45 al 'Garilli' di Piacenza l'undici di mister Colombo chiamato ad un prova di carattere per strappare punti alla seconda in classifica. Restituiti sei punti al Cuneo, Colombo: "Motivazione in pi per andare in campo con il dente avvelenato"
SERIE C - Piacenza, Pro Vercelli, Arezzo (la gara con i toscani è stata spostata a lunedì 8 alle 20.45, diretta su RaiSport)), Novara e Pro Patria nel giro di tre settimane, e nel frattempo al Cuneo sono stati restituiti 6 punti. Se fino ad una settimana fa il campionato dell'Alessandria pareva caduto in una sorta di torpore per la carenza di particolari pressioni di classifica, ora la situazione sembra essersi ravvivata d'improvviso. "Il fatto che siano stati restituiti punti al Cuneo non ci toglie dalle problematiche della zona calda", commenta mister Colombo alla vigilia del match con il Piacenza in programma al 'Garilli' questa sera, sabato 30, alle 20.45, "perciò questa deve essere un'ulteriore spinta per andare in campo con il dente avvelenato". Nelle ultime uscite segnali incoraggianti dalla difesa, resta però il problema di un attacco davvero anemico. "Davanti abbiamo problemi da tutta la stagione. A Cuneo si è visto qualcosa di positivo dal punto di vista della costruzione offensiva, ma è mancata la finalizzazione. Lo 0-0 è stato comunque un buon risultato, vista la posizione di classifica. Dobbiamo ragionare come una squadra che deve salvarsi, lasciando un attimo da parte la storia del club, che c'è sempre e rimane. Il presente, però, dice un'altra cosa. Dobbiamo lavorare da squadra e conquistare punti su ogni campo perché fino alla fine, tranne l'ultima con l'Albiissola, avremo di fronte squadre che comunque sono in zona play off. Ad ogni modo, credo che sotto l'aspetto del gioco di stiamo facendo rispettare"

Piacenza secondo in classifica a quatro lunghezze di distanza dalla capolista Entella, reduce dal pareggio esterno con l'Arezzo ed in casa imbattuto dal 30 dicembre (0-1 con la Pro Vercelli). Lo schieramento di gioco resta un dilemma, come ammette lo stesso Colombo: "Mister Franzini è uno stratega importante di questa categoria, è molto abile a cambiare sistemi di gioco in base agli avversari che ha di fronte. Il Piacenza è una squadra con giocatori di categoria abituati a lottare per il vertice. Davanti Ferrari fa reparto da solo, dietro Pergreffi e Bertoncini non sono da meno di Chiosa e Pellizzer, in mezzo hanno Porcari che è abituato alle categorie superiori. Temo la spinta che avranno dal fatto che l'Entella sta rallentando. Il loro stimolo è quello di dover rosicchiare dei punti". 

Formazione: possibili novità in attacco, dove Akammadu potrebbe partire dal 1' con De Luca. "Davanti c'è concorrenza, resta aperto un po' di ballottaggio nell'ottica di essere più prolifici" spiega il tecnico grigionero, "le gerarchie possono cambiare di prestazione in prestazione. Se qualcuno dimostra di valere è giusto dargli una chance sin dall'inizio. Akammadu si candida per una maglia da titolare. Agostinone? Andrà in panchina, all'esigenza credo che possa stringere i denti".

Arbitrerà l'incontro il sig. Di Cairano di Ariano Irpino, calcio di inizio alle 20.45.


30/03/2019
Alessandro Francini - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà