Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Piazze pulite, il Sindaco vieta i giardini ad ubriaconi, questuanti e molesti

Ordinanza sindacale per il decoro e la sicurezza estesa anche a piazza Garibaldi e piazza della Libertà. Vietati gli alcolici sulle panchine. I proventi delle multe finanzieranno attività per il decoro cittadino
 ALESSANDRIA - Guerra a mendicanti, spacciatori, venditori abusivi e alle persone moleste in genere. Il sindaco - sollecitato probabilmente anche dai recenti servizi TV sullo spaccio all'aria aperta ai giardini della stazione - ha emanato un'ordinanza in cui di fatto si vietano tutti quei comportamenti indecorosi e pericolosi, sopratutto in centro. Ed in particolare nelle piazze Garibaldi (giardini compresi) e piazza della Libertà. Le persone trovate in possesso di bevande alcoliche, a vendere, questuare e ovviamente a spacciare droga saranno allontanate e multate. 

Il primo cittadino motiva così la decisione odierna: “Per prevenire e contrastare comportamenti che spesso sfociano in atteggiamenti di pericolo per la sicurezza urbana o, più semplicemente, fanno permanere nei nostri cittadini un senso di insicurezza che limita la fruizione di spazi che dovrebbero essere appannaggio di tutta la comunità”.

Le aree riconosciute a rischio sono: piazza Garibaldi, piazza della Libertà; spalto Marengo ricompresa tra via Santa Caterina da Siena e via San Pio V; via Venezia ricompresa tra via Santa Caterina da Siena e via San Pio V; via Trotti ricompresa tra via Modena e via Piacenza; via Pacinotti ricompresa tra via Palermo e corso Romita . Zone sensibili che si sommano a quelle già comprese nell'ordinanza anti accattonaggio all'interno degli spalti e in piazzale Berlinguer.

In poche parole è vietato essere in possesso di bevande alcoliche, di contenitori in vetro, di droga. E' vietato vendere senza licenza, , mendicare o altre attività considerate invasive. Le multe vanno dai 100 ai 300euro, i proventi delle quali saranno usati - precisa Palazzo Rosso - per finanziare iniziative di miglioramento del decoro urbano. Chissà se i potenziali trasgressori, frequentatori abituali dei giardini, avranno la possibilità di pagare le contravvenzioni, però. 

“Vorrei, infine, sottolineare – ha concluso il Sindaco - che dall’inizio del mese di maggio è attivo un presidio di Polizia Locale all’interno del locale dell’ex acquedotto con la presenza di idoneo personale e dell’Unità Cinofila antidroga ospitante altresì anche gli Ispettori ambientali per garantire un ulteriore capillare controllo”.
15/05/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà