Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Piscina comunale scoperta: "serve un project financing. E in due anni si potrebbe riaprire"

Un'analisi e idee ben chiare sul da farsi che potrebbero diventare un progetto vero da depositare negli uffici di Palazzo Rosso. Questa è la proposta del consigliere comunale di maggioranza Federico Guerci che della piscina comunale di Lungo Tanaro ha fatto il proprio cavallo di battaglia. "La soluzione migliore, con buona gestione, innovazione tecnologica, praticabile in un paio di anni è quella del progetto di collaborazione con società private"
 ALESSANDRIA - “Dopo due bandi (il primo ancora sotto l'amministrazione di Rita Rossa, il secondo sotto la giunta Cuttica) andati deserti e un intervento privato con affidamento diretto andato disastrosamente” il consigliere comunale di maggioranza, Federico Guerci , riporta all'attenzione della città, ma soprattutto dell'amministrazione comunale la questione irrisolta anche per questa stagione estiva della piscina comunale scoperta di lungo Tanaro San Martino. Un “cavallo di battaglia” del consigliere in quota Forza Italia che torna ad analizzare quanto è successo, ma soprattutto rivolgendosi alla giunta di centrodestra a quanto bisogna fare da oggi in poi se davvero si vuole “restituire la piscina comunale alla città”.

“A inizio mandato, e in sede di programmazione, feci un intervento mirato alla rivalorizzazione e alla riqualificazione della struttura comunale più controversa degli ultimi decenni – spiega Guerci - Il mio esordio risale all’inserimento nel documento programmatico, di un articolo aggiuntivo e abrogativo del precedente al fine di riqualificare quell’area, anche con l’intervento di società private. Questo era il mio punto di partenza e la mia idea era quella di non abbandonare il sito dell’impianto, consapevole che la risposta alla domanda <<serve ancora una piscina comunale scoperta alla città?>> fosse un 'SI' senza mezze misure”.

La situazione però a quell’epoca era di stallo: era ancora in vigore una determina della giunta Rossa, che prevedeva un intervento di miglioramento e messa in sicurezza della struttura (con affidamento diretto) a una società torinese per un una somma di 40 mila euro. “Lavori che più avanti si è scoperto esser stati eseguiti male e con poca serietà tant’è vero che ne sono stati pagati solamente la metà (20 mila ) da parte dell’attuale amministrazione. In sostanza un vero e proprio buco nell’acqua, che ha dimostrato per l’ennesima volta che gli interventi a basso costo non servono a nulla e nella migliore delle ipotesi risultano essere solo una perdita di tempo”.

Da qui la proposta della amministrazione Cuttica: bando per diritto di superficie ventennale (anziché trentennale come era prima) “che io contrastai con tutto il fiato poiché lo reputavo poco appetibile, anticommerciale e antieconomico”. A parere del consigliere Federico Guerci, quindi, un risultato già scritto: esito negativo del bando, nessuna offerta e quindi piscina chiusa ancora per un'altra estate. Questa.
Ed è proprio a questo punto che Guerci ha deciso di “mettersi sotto” e di lavorare per consigliare e proporre alla propria amministrazione una strada alternativa: “iniziai ad interfacciarmi con le aziende del settore che man mano mi contattavano. Il mio intento, dopo svariate analisi delle esigenze territoriali, era quello di capire, quale potesse essere, per gli investitori, una buona scelta amministrativa così da permettere alle società di intervenire seriamente per bonificare, ricostruire e ripristinare l’intera area”.
!Una operazione che, se abbinata a una buona gestione (“che ho sempre ritenuto dover essere affidata alla medesima persona che dedichi tempo e denaro alla parte edile” spiega Guerci), permetterebbe nel giro di un paio di anni di riaprire l’impianto, con innovazioni tecnologiche e imprenditoriali tali da renderla al passo coi tempi, senza dimenticare che il comune ne guadagnerebbe in termini di capitalizzazione dell’immobile del quale di fatto rientrerebbe nella piena disponibilità dopo 30/35 anni”. 

Di cosa si tratta quindi? Di un project financing, che si configura come la possibilità di collaborazione pubblico/privato che subentra di fatto con mezzi propri a salvaguardia di una necessità pubblica. “Partendo da questo concetto ho sviluppato in sinergia con alcune società, delle idee che, un giorno non lontano, depositeremo con tutta la documentazione progettuale presso gli sportelli comunali. Il project sarebbe un buon modo di intervento che permetterebbe agli investitori di agire sfruttando tecnologie nuove donando alla città la sua nuova piscina comunale”. Un progetto concreto che deve prima passare dalla amministrazione comunale, “che sto cercando di sensibilizzare, così da permettere a queste società qualificate del settore di partecipare ad un bando che possa finalmente chiarire e delineare e costruire il futuro di questa struttura” conclude il consigliere comunale di Forza Italia.

Che ha anche un altro sogno nel cassetto, sempre in riferimento alla piscina comunale scoperta. “Proprio nell'arco di tempo in cui mi impegnavo per trovare idee per questa struttura ricevetti una comunicazione molto triste: l’amico Benito Michelòn era mancato”. Benito è stato bagnino, pugile professionista, custode della piscina comunale scoperta nonché eroe cittadino (salvando 2 bambini dal fiume ghiacciato): “così ho deciso – prosegue Guerci – di depositare la documentazione all’ufficio toponomastica, richiedendo l’intitolazione della piscina comunale scoperta proprio a lui. Un gesto semplice per donare l’immortalità a uno sportivo e un uomo di cuore che dedicò tanto a quella struttura”. Che forse un giorno tornerà a riaprire le sue porte agli alessandrini.....
22/07/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Cinquant'anni di Amaldi
Cinquant'anni di Amaldi
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati
Gavi, le foto vincitrici
Gavi, le foto vincitrici
Fai, Novi è delegazione
Fai, Novi è delegazione
Manifestazione Iperdì
Manifestazione Iperdì
Incidente sulla statale
Incidente sulla statale