Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Scuole vecchie ma i pasti sono bio, Alessandria al top per manutenzione

Al 39esimo posto a livello nazionale secondo il report 2018 di Legambiente, Alessandria ha speso molto per la manutenzione ordinaria. In Piemonte le scuole non sono poi così male in sicurezza e attenzione al risparmio energetico
ALESSANDRIA - Il 64% degli edifici scolastici del Piemonte è stato costruito tra il 1900 e il 1974. E il 10% delle scuole in tutta la regione sono addirittura più vecchi di 118 anni. Ma solo l’8,3% ha il wi fi.

Alessandria in fatto di edilizia scolastica è così così, anche se eccelle per alcuni aspetti.

Secondo i dati elaborati da Legambiente sulla qualità dell’edilizia scolastica, dei servizi e delle strutture, il capoluogo rientra tra le città che hanno stanziato di più per ammodernare gli edifici in cui studiano i figli.

In Piemonte  Alessandria è tra le ultime: Verbania (9º), Biella (14º), Torino (20º), Asti (23º), Cuneo (34º), Vercelli (56º), Novara è l'unica non in graduatoria poiché invia dati incompleti. Il capoluogo si piazza al 39esimo posto; risulta nella top five dei Comuni con maggiore capacità spesa per manutenzione ordinaria, dietro solo a Firenze, con € 27.778. E’ anche quella che ha avuto maggior accesso a fondi nazionali e regionali, tra le prime cinque con € 25.000.

Buona è la situazione piemontese delle certificazioni cui sono dotate le scuole: collaudo statico (57%), idoneità statica (52,1%), agibilità (72,5%) e certificazione igienico-sanitaria (85,5%), più bassa rimane la percentuale della certificazione di prevenzione incendi, il 30,6% a fronte del 42,2% della media nazionale. Inoltre porte antipanico (98,8%), prove di evacuazione (98,1%), impianti elettrici a norma (98%) e requisiti di accessibilità (93,5%).

Dati sopra la media nazionale anche per i servizi e le buone pratiche adottate nelle scuole piemontesi. Il servizio di scuolabus è a disposizione del 49,6% delle scuole, ma sono buoni anche i dati relativi ad altri alla messa in sicurezza della mobilità intorno ai plessi: l'84,5% ha attraversamenti pedonali, il 29,1% usufruisce della presenza dei nonni vigili, il 10,7% ha transenne parapedonali. Si investe anche in progetti educativi, prevalentemente nelle scuole (80% rispetto al 72,9% del dato nazionale), Torino e Verbania anche in progetti extra scolastici.

L'84,5% delle mense scolastiche piemontesi servono pasti bio. Le scuole oltre ad utilizzare i neon (42,6%) utilizzano anche altre fonti di illuminazione a basso consumo (83,7%). 
 
 
20/10/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Noi siamo Pernigotti
Noi siamo Pernigotti
Salviamo questo gianduiotto
Salviamo questo gianduiotto
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Il rito della bandiera
Il rito della bandiera
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria