Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Verde in città: un regolamento per salvaguardarlo

E' iniziata in commissione la discussione sul documento che regolamenterà la gestione degli spazi verdi in città, sia pubblici che privati. L'obiettivo è incrementare il numero di alberi, ma anche salvaguardare quelli già presenti, a partire da quelli "monumentali" e di particolare pregio
ALESSANDRIA - Il nostro capoluogo, a differenza di tante altre città italiane, non ha ancora un regolamento specifico per il verde pubblico, mancanza che a Palazzo Rosso sperano di poter colmare già nel prossimo futuro.
Mercoledì 8 marzo è infatti iniziata la prima seduta di una serie di incontri, in commissione sicurezza e territorio, per discutere e approvare il regolamento, del quale per ora esiste una bozza già semidefinitiva. 

Fra i temi che verranno affrontati, e normati, dal regolamento, ci saranno la disciplina del verde pubblico e privato, con una classificazione degli alberi e degli arbusti, un censimento completo delle aree verdi in città, con numerazione di ciascuna pianta, riferimenti sul collocamento e sullo stato di salute, una regolamentazione sulla tutela delle piante nelle zone di cantiere, sanzioni per chi ferirà una pianta o vi deporrà rifiuti vicino, più l'identificazione di un parere obbligatorio da parte dell'ufficio verde pubblico in caso di richiesta di spazi per manifestazioni, così che possa essere verificato il rispetto e la tutela di eventuali piante in zona. 

Nel nuovo documento, utile a fare ordine in un settore delicato, ci saranno anche tutte le indicazioni su come comportati per la progettazione di nuove aree verdi, l'obbligo di destinare una certa quota alla piantumazione di alberi nel caso della costruzione di nuovi parcheggi (privilengiando le specie più adatte a ridurre l'inquinamento), oltre che l'identificazione di tutte principali piante infestanti presenti in regione e la probabile inclusione del regolamento già emanato in passato sull'utilizzo di fitofarmaci.

Il nuovo regolamento garantirà anche la tutela degli "alberi monumentali" (l'unico riconosciuto in città è il platano storico di Napoleone) e di quelli di particola pregio. Norme specifiche riguarderanno poi gli interventi di potatura e di cura del verde a cui saranno chiamati i privati cittadini, che avranno l'obbligo di ottenere una relazione favorevole da un esperto in caso d'interventi di una certa rilevanza. 
9/03/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Un'associazione per Simone Dispensa
Un'associazione per Simone Dispensa
Di corsa per Pernigotti e Iperdì
Di corsa per Pernigotti e Iperdì
Sabbione presenta il Ventotto
Sabbione presenta il Ventotto
Incendio alla Merella
Incendio alla Merella
Pernigotti, Natale con il vescovo
Pernigotti, Natale con il vescovo
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"