Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Gavi

Allarme cinghiali: "stanno devastando i vigneti"

Vendemmia a rischio nelle terre del Gavi Docg se non si interverrà in tempi brevi per arginare "l'invasione" di cinghiali e caprioli. L'allarme arriva da Confagricoltura Alessandria. In questi giorni gli uffici dell'associazione sono stati allertati dagli agricoltori associati per la presenza di numerosi ungulati che hanno invaso e devastato i vigneti
GAVI. Vendemmia a rischio nelle terre del Gavi Docg se non si interverrà in tempi brevi per arginare "l'invasione" di cinghiali e caprioli.
L'allarme arriva da Confagricoltura Alessandria. In questi giorni gli uffici dell'associazione sono stati allertati dagli agricoltori associati per la presenza di numerosi ungulati che hanno invaso e devastato i vigneti.
"La situazione in cui sono costretti i nostri vigneti della nostra zona è drammatica – commenta Roberto Ghio di Bosio - Se ad oggi questo è lo stato dei fatti, salvo interventi tempestivi, prevediamo di non poter vendemmiare affatto".

Le associazione degli agricoltori hanno intrapreso parecchie azioni per sensibilizzare gli Atc e la Provincia per contenere cinghiali e caprioli negli anni passati. Ma, al momento, la situazione resta a rischio.
Nel 2013 Confagricoltura Alessandria, insieme a Cia Alessandria, avevano effettuato una vera e propria battaglia per cercare di dare una svolta, almeno a livello burocratico e di opinione pubblica, a quello che ormai si può definire un vero e proprio “tormento” per il settore agricolo.

Con lo strumento della petizione erano state raccolte 11.312 firme. E 119 Sindaci (molti dell’Acquese e dell’Ovadese) l’avevano sottoscritta, mostrando interesse e partecipazione per la questione.
La provincia di Alessandria era stata tappezzata dai manifesti che con slogan incisivi sollecitavano il sostegno della popolazione per questa causa. E ancora, vi era stata la consegna pubblica delle firme a Prefetto, Regione e Provincia, accompagnata dalla richiesta di un impegno reale su questi temi alle istituzioni.
Oggi la condizione è disastrosa, almeno in alcune zone della nostra provincia.

"Non è più possibile continuare in questo modo. Siamo stanchi di fare la conta dei danni ogni anno. E’ necessaria un’azione preventiva radicale, che permetta ai nostri agricoltori di lavorare con serenità e con la certezza di un raccolto sano" commenta il presidente di Confagricoltura Alessandria, Luca Brondelli, che con queste parole chiede un intervento urgente da parte degli Atc e della Provincia, affinché facciano piani di prelievo per eliminare questi animali dai territori coltivati.
20/08/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta