Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

FabLab: arrivati i macchinari "manca solo la community"

Consegnati i macchinari 3d che costituiranno l'innovativo laboratorio di fabbricazione che sarà in via Verona. Nello spazio che si chiamerà Porto Idee ci sarà anche uno spazio eventi, una falegnameria e un'agenzia per il lavoro...
ALESSANDRIA - E' (quasi) tutto pronto per l'avvio del FabLab di Alessandria... Di cosa si tratta? Tecnicamente il FabLab è un laboratorio di scala ridotta che offre tutti gli strumenti necessari per realizzare progetti di digital fabricazion, ovvero tutte quelle che prevedono la trasformazione di dati in oggetti reali e viceversa, a basso costo. E' anche un laboratorio artigianale di alta innovazione dove i progetti sono condivisi in rete e vengono realizzati con strumenti "aperti", elemento che rappresenta una nuova modalità di intendere il mercato dell'artigianato, del design e della produzione in serie che sta vivendo un momento di grande sviluppo ed innovazione grazie alla diffusione alle nuove tecnologia di stampa 3d.
Le macchine, dicevamo, sono state consegnate -  due stampanti 3d (per resina e Pla), una fresa 3D a 3 assi, un plotter laser cut con campo di lavoro di 1200 x 900 mm e tanto altro - e gli spazi stanno per essere ultimati.
Ma cosa sarà Porto Idee, questo il nome che è stato scelto per lo spazio che, in via Verona, unirà al FabLab molto altro?

"Sarà un luogo che intende animare il quartiere, fare aggregazione e coesione sociale sul territorio - spiega Giorgio Baracco di Lab121, il centro di cooworking alessandrino che ha vinto il bando indetto quest'estate dal Comune per la gestione della struttura per i prossimi 5 anni - uno spazio comunale, sostenuto con i fondi del Pisu e gestito da Lab121"
"In generale questo spazio sarà una vera e propria community in cui al fab lab e a tutte le attività legate ad esso - eventi pubblici dedicati alla tecnologia e all'innovazione - si uniranno uno spazio dedicato più strettamente alla falegnameria, un laboratorio di handmade, uno spazio per eventi e incontri, un'agenzia per il lavoro". 

Il FabLab
Per la realizzazione del laboratorio sono stati acquistati dal Comune, con il cofinanziamento del POR FESR 2007/13 della Regione Piemonte - lo strumento che regola l’intervento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale in Piemonte per il periodo 2007/2013 e che ha come obiettivo generale quello di potenziare le capacità di innovare ed agevolare l’aggancio alle aree europee con standard di vita più elevati - macchinari per un valore totale di circa 47mila euro.  
Il FabLab di Alessandria conterà: una fresa 3d, uno scanner 3d, due stampanti 3d, un plotter laser, una stazione di saldatura, 25 schede Arduino
Gli eventi dedicati all'innovazione
Obiettivi del progetto in cui si inserisce il FabLab sono: promuovere un nuovo modello di sviluppo più legato al territorio e rispettoso dell'ambiente; recuperare la vocazione artigiana dell'area favorendo la collaborazione e lo scambio di informazioni e competenze tra artigiani tradizionali e makers, designer, creativi; avviare un centro di aggregazione aperto alla città e ai cittadini.
Vanno in questa direzione gli incontri dedicati all'innovazione che saranno organizzati all'interno di Porto Idee che potranno essere sia momenti di formazione in senso stretto (con incontri dedicati agli artigiani ed agli aspiranti tali sui macchinari e sui software legati ad essi) sia conferenze dedicate alle nuove tecnologie per l'ambiente, ai sistemi di database distribuiti, al sistema Bitcoin.  

La falegnameria
Questo spazio di Porto Idee sarà dedicato al recupero di mobili usati ed ai macchinari necessari per attrezzare un'area di modeste dimensioni dedicata al "fai da te". In questo ambiente si svolgeranno i corsi e i micro-worskshop che riguarderanno la lavorazione del legno ed il riciclo e la restaurazione dell'arredamento.

L'agenzia per il lavoro
Il servizio di agenzia per l'impiego è promosso da Co.AL A, consorzio di cooperativa, insieme con Coompany&, San Benedetto al Porto e Proteina. Mission di questo spazio saranno, ovvimante, gli inserimenti lavorativi - che potranno avvenire grazie a tirocini, programmi quali Garanzia Giovani e Garanzia Giovani per Disabili, oltre a progetti ad hoc che saranno sviluppati in collaborazione con le aziende. 


Porto Idee dovrebbe essere inagurata nel mese di febbraio (ma ancora manca una data ufficiale), quindi tra gli obiettivi rimane "solo" quello di creare la community, raccogliere potenziali persone interessate all'utilizzo delle macchine e degli spazi affinchè lo spazio che sta per nascere e la programmazione delle attività al suo interno rispondano ai reali bisogni del territorio. il bando prevedeva l'invio al comune di un piano attività che attualmente è molto generalista e che verrà declinato in base alle persone che entreranno a far parte della community.
"Proprio in questa direzione l'incontro che abbiamo organizzato per giovedì 21 gennaio - spiega ancora Baracco - Per chi fosse interessato l'appuntamento è alle 18.30 a Lab121, in via Verona". 

14/01/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà