Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Al fiume con alcuni amici, ragazzo annega nello Scrivia [AGGIORNAMENTO]

Un ragazzo di nazionalità nigeriana di circa 28 anni è annegato nel pomeriggio di venerdì 18 agosto nel fiume Scrivia a Serravalle. Il giovane si trovava vicino a greto del fiume con un gruppo di connazionali. Inutili i tentativi di rianimazione da parte del 118. Il giovane non sapeva nuotare e con ogni probabilità in quel punto l'acqua era profonda da non toccare con i piedi
 SERRAVALLE SCRIVIA - Sabato 19 agosto  I Carabinieri stanno cercando i famigliari del giovane
I Carabinieri di Novi Ligure stanno proseguendo le indagini per risalire con certezza all'identità del giovane annegato nelle acque dello Scrivia. Su di lui non sono stati trovati documenti che consentano di identificarlo con assoluta sicurezza ma solo una ricevuta con un nome, si tratterebbe comunque di un nigeriano, richiedente asilo, che da circa un mese si trovava a Serravalle Scrivia. La sorella dovrebbe trovarsi in Italia e i Carabinieri stanno cercando di ritracciarla.

Erano da poco passate le 16,30 quando gli operatori del 118 sono arrivati sul greto del fiume Scrivia, tra Serravalle e Arquata, per soccorrere un giovane di 28 anni di nazionalità nigeriana. Per il ragazzo, però, non c'era più nulla da fare: è morto annegato in quel punto di fiume, sotto l'autostrada, dove l'acqua con tutta probabilità era più alta, tanto da non consentirgli di toccare sul fondo con i piedi.

Il giovane, che non sapeva nuotare, si trovava lì con un gruppo di altri amici connazionali che in un primo momento - come spiegato dal comandante Marzia La Piana dei Carabinieri di Novi Ligure intervenuti sul posto - hanno cercato di soccorrerlo. Alcuni di loro sono anche corsi in paese per cercare aiuto. Poi la chiamata al 118. Ma era troppo tardi per il giovane 28enne, di cui non sono ancora note le generalità, che era domiciliato a Serravalle Scrivia a casa di connazionali.

Il pubblico ministero ha messo a disposizione la salma alla famiglia, senza quindi disporre l'autopsia. Verosimilmente il ragazzo è annegato per cause accidentali e non violente. Con tutta probabilità il non riuscire più a sentire il letto del fiume sotto i piedi, non sapendo nuotare, lo ha portato giù, fino ad annegare.

[foto di repertorio]
 
18/08/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Distilleria aperta
Distilleria aperta
Love date, amore e web
Love date, amore e web
La protesta dei 101
La protesta dei 101
Sull'orlo del baratro
Sull'orlo del baratro
Caduti, ricordato Paladini
Caduti, ricordato Paladini