Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Informazione commerciale

Il Materassaio: antichi mestieri, arte e passione

Un mestiere antico, che ancora oggi rivive a Molare grazie alla passione e alla professionalità di Giuseppe Caruso, che porta avanti l’attività iniziata dal padre e dal socio fondatore della fabbrica artigiana dal 1920
INFORMAZIONE COMMERCIALE - Grazie alla passione e alla maestria del settore artigiano gli “antichi mestieri” tornano a vivere. Questa è la spinta e la motivazione che sta dietro al lavoro de “Il Materassaio. L’antica fabbrica artigiana dal 1920” di Giuseppe Caruso a Molare, che oggi offre un’ampia gamma di prodotti. Materassi, reti (anche di produzione propria), letti in ferro battuto, riparazioni di divani e letti e rifacimenti di materassi o guanciali in lana. Ma le origini di questa fabbrica artigiana risalgono a tempi ben più lontani e precisamente al 1920.
La storia del “Il Materassaio” parte dall’isola siciliana, da Messina, grazie all’amore per questa arte del fondatore Antonio Lucà. Una produzione di reti da letto interamente fatta a mano, visto che al tempo non esistevano gli strumenti di oggi, come le saldatrici o le presse. Ma fu dopo la guerra, nel 1950, che la “Lucà Antonio. Fabbrica artigiana reti da letto” approdò nel Nord Italia, nello specifico a Genova. Qui il fondatore si sistemò con la famiglia e riprese l’attività artigianale con l’aiuto del figlio. Nel 1958, infatti, nella ditta della famiglia siciliana entra anche il padre di Giuseppe, Natale Caruso, anche lui appena trasferitosi dal Sud Italia.
In quegli anni l’attività vive il suo periodo più florido: sono gli anni subito dopo la guerra, quando non erano molte le produzioni artigianali di reti da letto. Venivano serviti i mobilieri e i privati di tutto il Nord, ma anche le forniture navali per tutti e due i versanti della Riviera ligure, da La Spezia a Ventimiglia. L’attività proseguì a gonfie vele fino alla metà degli anni ’80, quando l’arrivo delle grosse fabbriche che producevano a prezzi “low cost”, mise in crisi il settore artigiano.
Dopo un primo spostamento della fabbrica a Rivarolo, negli anni ’90 la produzione artigianale di reti passa di proprietà alla sola famiglia Caruso (padre Natale e figlio Giuseppe), che cambia il nome in “Lu.Ca di N. Caruso & C.”. Ed è quasi a cavallo con il nuovo secolo, il 2000, che questa famiglia di artigiani si trasferisce nel basso Piemonte, per la precisione a Prasco, paese della provincia alessandrina. Padre e figlio proseguono l’attività in Liguria, facendo i pendolari con Genova fino al 2003, anno in cui Giuseppe decide di aprire un negozio a Molare, dove vendere la propria produzione che nel corso degli anni si è arricchita: divani, letti in ferro battuto, rifacimenti di materassi e guanciali, ma anche sartoria con riparazioni di abiti. Dal 2008 il proprietario unico di tutta l’attività è Giuseppe Caruso, che ha deciso di trasferire anche la produzione di reti da letto nel basso Monferrato.
Oggi quindi la competenza e la professionalità di un tempo, di un antico mestiere, si può ancora trovare da “Il Materassaio”, a Molare. Per maggiori informazioni tel. 0143 889323.
17/04/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!
Verso la focaccia dei record
Verso la focaccia dei record
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno