Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

A processo per una lite, ma un caso di omonimia

Finisce in tribunale con l'accusa di lesioni e minacce, ma l'imputato non era presente al momento del fatto: si tratta di una omonimia. Anche la parte offesa lo conferma: "non lui"
CRONACA - Hanno lo stesso nome ed abitano nello stesso sobborgo, ma non è l'imputato il presunto autore delle lesioni e minacce, finito in tribunale insieme ad altre tre persone.
Un evidente caso di omonimia, parrebbe, che ha fatto precipitare un uomo L. P, alessandrino, in una sorta di incubo, dal quale si augura di uscire al più presto. Ad assisterlo in questa diatriba dai contorni quasi surreali è l'avvocato Claudio Simonelli.
La vicenda si è svolta a Castelceriolo, in occasione di una festa di compleanno. Durante i festeggiamenti scoppia una lite e il festeggiato viene malmenato ed offeso. La convocazione in tribunale arriva a L.P, alessandrino, insieme ad altri tre. Ma quel L.P. non era neppure presente, quel giorno. Coincidono nome e zona di residenza, ma non la data di nascita. La stessa persona offesa, vedendolo, avrebbe affermato: "non è lui". 
L'udienza è fissata il prossimo 7 giugno e, in quella sede, L.P, estraneo, auspica di essere definitavamente scagionato. 
13/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà