Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Assolto dall'accusa di appropriazione indebita

E' stato assolto con sentenza della Corte di Appello di Torino l'ex autista dalle Truck&Log di Vignole Borbera dall'accusa di appropriazione indebita: dopo il licenziamento aveva portato un camion a Roma. “Non fu ritorsione, il camion era senza assicurazione e non poteva essere riportato a Vignole”.
CRONACA – E' stato assolto con sentenza della Corte di Appello di Torino “perchè il fatto non costituisce reato” Francesco Toscani. L'uomo, camionista di Pomigliano d'Arco (Napoli), era stato accusato dalla ditta per la quale lavorava, la Truck&Log di Vignole, di appropriazione indebita. L'azienda riteneva infatti che Toscani, dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento, avesse preso il camion che aveva in affidamento senza autorizzazione e l'avesse portato in una officina di Roma, mentre invece le indagini misero in luce che fu posteggiato presso un parcheggio di Roma, convenzionato con la ditta. Toscani affermò che prese il camion solo per avvicinarsi a casa per poter portare tutti i suoi effetti personali contenuti all’interno della bisarca.
Il tribunale di Alessandria, sezione distaccata di Novi Ligure, aveva condannando il Toscani nel luglio del 2012, stabilendo anche il pagamento di un risarcimento a favore dell'azienda.
Toscani ha sempre sostenuto che il camion non era stato riportato alla sede di Vignole perchè privo di assicurazione e che l’atto di sequestro del camion lo chiese la stessa ditta proprietaria del camion. Nonostante il presunto reato fosse caduto in prescrizione, l'autista ha voluto fortemente che il processo si celebrasse e il 10 gennaio di quest'anno la Corte di Appello di Torino ha ribaltato la sentenza affermando che “il fatto non costituisce reato”, assolvendolo .

Anche in sede civile Toscani ha visto riconoscere le sue ragioni: il Giudice del Lavoro dichiarò TrucK&Log srl tenuta a corrispondere a Toscani Francesco la somma di € 1.261,27 .
Condanno' anche il ricorrente a rifondere alla Truck&Log la somma di € 709,31, pertanto operando in compensazione condannò Truck &Log a corrispondere al ricorrente €551,96.
In Corte di Appello di Genova , con sentenza del 05.08.2016 in riforma della decisione ha rideterminato la somma condannando la Truck&Log a corrispondere a Toscani la somma di € 1.144,23. Al Processo, la parte civile (ossia Truck&Log) non era presente in aula.
L’intera vicenda, protrattasi dal 2009 ad oggi e che ancora non termina, poiche’ il Toscani l'importo liquidato dalla Corte di Appello di Genova, a suo giudizio “incongruo” in quanto privo delle differenze retributive e degli straordinari , ha deciso di ricorrere in Cassazione. Truck&Log risulta in liquidazione.
(nella foto: immagine generica)
31/01/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta