Cronaca

Gli odori a Spinetta causati da composti contenenti zolfo, presente nei fanghi di trattamento degli scarichi

Arpa, durante un sopralluogo, riuscita ad identificare la natura degli odori percepiti dalla popolazione: si tratta di sostanze, tra cui composti dello zolfo, prodotto nei processi di degradazione dei fanghi degli impianti di trattamento biologico. Non sono pericolosi, anche se fastidiosi
CRONACA – Da diverse settimane i cittadini di Spinetta Marengo segnalavano ad Arpa, l'agenzia per il controllo ambientale, odori nell'aria, che parevano di natura chimica. Odori che si avvertivano solo per brevi momenti, generalmente nelle prime ore del mattino. Arpa aveva effettuato alcuni campionamenti, senza riuscire però a capirne la natura. Mercoledì, invece, a seguito di un sopralluogo, i tecnici sono riusciti ad identificarli. Si tratterebbe di sostanze, contenenti tra l'altro zolfo, utilizzate nei processi di lavorazione dei fanghi provenienti da impianti di trattamento biologico dei reflui industriale, ha spiegato il direttore Alberto Maffiotti.
Nulla di pericoloso per la salute della popolazione a queste concentrazioni. Ma potrebbe essere indice di un mal funzionamento di un impianto, oltre ad essere fastidiosi all'olfatto.
Arpa sta proseguendo pertanto con approfondimenti, dopo aver segnalato il problema alle aziende del polo chimico di Spinetta, dal quale sembrano provenire i miasmi. Appurato che non si tratta di esalazioni pericolose, occorre comunque “trovare una soluzione alla causa che li ha scatenati. Stiamo avendo delle rassicurazioni sul fatto che tutto questo sarà fatto quanto prima, già nei prossimi giorni”, conclude il direttore. 
11/01/2019
Redazione - redazione@alessandrianews.it