Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Il polmone verde della città ha bisogno di pulizia e maggiore controllo

Nelle prossime settimane verrà effettuata una manutenzione straordinaria del Parco Castello. Il sindaco Rocchino Muliere è consapevole che è necessario intervenire in questo angolo verde del centro storico che sta lentamente degradandosi. Il problema principale è che la zona sia presidiata
NOVI LIGURE - Nelle prossime settimane verrà effettuata una manutenzione straordinaria del Parco Castello. Il sindaco Rocchino Muliere è consapevole che è necessario intervenire in questo angolo verde del centro storico che sta lentamente degradandosi. "La nostra intenzione – dice Muliere – è quella di affidare poi la pulitura ordinaria ai disoccupati come è avvenuto nell’autunno scorso". Sarà pubblicato nelle prossime settimane un bando sui cantieri di lavoro per disoccupati i quali verranno impiegati per la pulizia del centro storico e, quindi, anche per il Castello.

Ma il problema principale, al di là della pulitura dell’area, è che la zona sia presidiata. Da questo punto di vista l’amministrazione comunale ha già preso contatti con il gruppo alpini e con altre associazioni come la Protezione Civile. "Vogliamo - prosegue Muliere - avere un presidio continuo al parco Castello. Se insieme le varie associazioni si alternano, possiamo riuscire ad avere una presenza costante. Inoltre stiamo lavorando ad un programma di eventi estivi che coinvolgano anche questa parte della città che deve vivere a prescindere dal fatto che venga presidiata costantemente".

Nel frattempo dovrebbe anche risolversi la questione giudiziaria legata al Parco Avventura. I cittadini hanno già segnalato più volte al sindaco che le strutture del parco (scalette, ponti tibetani, piattaforme) sono facilmente utilizzabili perché l’accesso non è inibito alle persone. "Purtroppo dobbiamo attendere la fine del processo – continua Muliere – vedremo se possiamo transennare i punti di accesso alle piattaforme così da evitare che qualcuno salga sugli alberi". Una volta terminata la fase giudiziaria non è escluso che il parco avventura possa tornare a nuova vita.
"La polizia municipale – continua Muliere – regolarmente effettuata dei sopralluoghi al parco ma, ovviamente, non si tratta di un presidio continuo. Comunque queste “visite” sono state sufficienti per identificare le persone che da qualche giorno stazionano al parco Castello e sono stati fatti allontanare. Si tratta di due senza tetto che hanno trovato ricovero sotto il portico che è a fianco della ex casetta del custode".
27/04/2015
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, il no dei dipendenti
Pernigotti, il no dei dipendenti
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Il rito della bandiera
Il rito della bandiera
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Vegni sarà il nostro futuro
Vegni sarà il nostro futuro
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati