Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cassano Spinola

Ustionato in cantina, 67enne muore dopo 9 mesi

Non si è mai ripreso dalle ustioni che ha riportato nel rogo della sua cantina: un pensionato di Cassano Spinola è morto a distanza di quasi nove mesi dal tragico incendio
CASSANO SPINOLA – Non si è mai ripreso dalle ustioni che ha riportato nel rogo della sua cantina: il 67enne di Cassano Spinola Michele "Marino" Reghitto è morto ieri, 12 gennaio, a Novi Ligure dove era ricoverato in una casa di cura, a distanza di quasi nove mesi dal tragico incendio. L'uomo, nel pomeriggio del 20 aprile scorso, si trovava nelle cantine della palazzina di quattro piani dove abitava, al civico 26 di strada Circonvallazione. Coinvolto da un incendio divampato all'improvviso, Reghitto venne salvato dal figlio Simone e trasportato in gravi condizioni al Cto di Torino dall'elisoccorso, mentre i vigili del fuoco si occupavano di domae le fiamme. Ieri il triste epilogo, dopo quasi nove mesi di terapie che purtroppo non sono riuscite a salvargli la vita. Marino Reghitto, già dipendente della Roquette, con la compagna e i due figli viveva in strada Circonvallazione, dove ospitava anche una numerosa colonia di gatti. I funerali si terranno lunedì alle 15.00, in parrocchia a Cassano (il rosario domani, domenica 14, alle 18.30). A dare al pensionato cassanese l'estremo saluto ci saranno la compagna Betty, i figli Simone e Lorenzo e i fratelli Piero e Luciano.

Nelle foto: l'intervento dei vigili del fuoco a Cassano.
13/01/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
La notte del Classico
La notte del Classico
Il calendario della PasTas
Il calendario della PasTas
Gavazza, 65 anni di lavoro
Gavazza, 65 anni di lavoro
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe