Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Nuovo look per viale Martiri, lavori al via

Attraversamenti pedonali ridistribuiti, barriere architettoniche tolte, viabilità pedonale modificata, piante abbattute e sostituite con peri da frutto, e ancora panchine e cestini portarifiuti nuovi, illuminazione a led e rifacimento delle aiuole. Tra qualche mese, viale Martiri della Benedicta a Serravalle Scrivia cambierà per buona parte aspetto
SERRAVALLE SCRIVIA - Attraversamenti pedonali ridistribuiti, barriere architettoniche tolte, viabilità pedonale modificata, piante abbattute e sostituite con peri da frutto, e ancora panchine e cestini portarifiuti nuovi, illuminazione a led e rifacimento delle aiuole. Tra qualche mese, viale Martiri della Benedicta a Serravalle Scrivia cambierà per buona parte aspetto.
Il progetto di riqualificazione del viale – con una spesa prevista di 300 mila euro – intende "ammodernare una parte del tessuto cittadino – spiegano dall’ufficio tecnico comunale – in continuazione alle opere di aggiornamento dell’asse principale dell’abitato iniziata già negli scorsi anni con la sistemazione di un tratto di via Berthoud".

Lavori in corso per cinque mesi

Gli interventi, che verranno eseguiti dalla ditta Verzì Costruzioni di Genova, prenderanno il via nei primi giorni di febbraio e dureranno al massimo 150 giorni, ma non è possibile stabilirne fin da ora e con precisione la durata perché molto dipende dalle condizioni del meteo. "Durante i lavori verranno tolti i parcheggi, ma non credo ci sarà necessità di chiudere al traffico il viale – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici, Antonino Bailo – Ci sarà un po’ di disagio, ma gli interventi verranno eseguiti a tratti". La planimetria del progetto esecutivo si divide in tre: il primo tratto inizia dall’intersezione tra il viale principale e viale Stazione per arrivare all’incrocio con via Suffrato; il secondo tratto riparte dall’intersezione con via Suffrato per arrivare al civico 174 di viale Martiri, mentre il terzo pezzo arriva fino al cimitero vecchio.

Cosa cambierà?

Andando nel dettaglio, il progetto si divide in opere funzionali e opere di arredo urbano. Tra le prime rientrano il riordino degli attraversamenti pedonali – "tenendo conto dei flussi di traffico in direzione degli esercizi commerciali e dei servizi presenti e delle distanze tra gli stessi attraversamenti previste nel vigente Codice della Strada", specificano dall’ufficio tecnico – l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso la realizzazione di scivoli di raccordo con i marciapiedi, il rinnovamento dell’impianto di illuminazione pubblica mediante la sostituzione e il riordino dei punti luce esistenti con nuovi pali e lampade a tecnologia led e la sistemazione dell’apparato di regimazione delle acque meteoriche che prevede "l’ammodernamento delle esistenti caditoie e la realizzazione di nuovi punti di raccolta e smaltimento".

E le piante?

L’arredo urbano cambierà con la sostituzione dei cordoli di coronamento dei marciapiedi con quelli in pietra, le nuove barriere parapedoni, il riordino dei cestini dell’immondizia, la fornitura di nuove panchine e di rinnovati impianti delle pubbliche affissioni.
Le piante di platano verranno rimosse e al loro posto ci saranno alberi di pero da fiore. "Purtroppo le analisi eseguite sull’alberatura dell’intero viale hanno confermato che la maggioranza delle piante è in uno stato di generale sofferenza vegetativa o di degenerazione del legno che ha già reso necessario l’abbattimento in questi ultimi anni di 8 esemplari – confermano dall’ufficio tecnico – Gli alberi sono sistemi dinamici con un ciclo vitale che dipende dalle caratteristiche dell’albero stesso e dalle condizioni di manutenzione e di contesto urbano. La scelta quindi di sostituire le piante dell’intero viale alberato appare inevitabile e ha portato alla conseguente decisione di piantumare 44 Pyrus calleryana chanticleer (pero da fiore) che per dimensioni e caratteristiche vegetali appaiono adatte al contesto in cui verranno inserite".
31/01/2017
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile