Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Sospese licenze al "Palladium" per spaccio di ecstasy

La discoteca "Palladium" di Acqui Terme ha avuto la sospensione delle licenze di esercizio dell'attività e di somministrazione di bevande per 30 giorni, firmata dal questore Dispenza. L'attività di controllo e prevenzione ha portato all'arresto di un giovane ragazzo, dedito allo spaccio di MDMA (ecstasy)
ACQUI TERME - Ormai da tempo la Questura di Alessandria, in collaborazione con la Squadra Mobile, ha intensificato l'attività di controllo e prevenzione negli esercizi pubblici, per verificare la condotta dei locali e prevenire ogni sorta di illegalità, con particolare tutela e attenzione per i giovani e i minori. Nell'ambito di questo servizio, il 14 ottobre gli uffici della Questura e la Sezione della Polizia Stradale hanno eseguito un controllo presso la discoteca di Acqui Terme "Dancing Palladium".
La serata era dedicata al mondo dei ragazzi, con una sorta di "festa rave" che riuniva giovani da molte regioni d'Italia. In questo contesto gli uomini della mobile hanno sorpreso un ragazzo di 19 anni, toscano (R.F) in possesso di 7 bustine di MDMA, droga sintetica che rientra nella categoria dell'ecstasy. Per il tipo di confezionamento e per le modalità di occultamento da parte del giovane si è constatato che erano pasticche destinate allo spaccio. La Procura di Acqui ha disposto l'arresto del giovane, ora sottoposto ad obbligo di dimora nel suo comune di residenza, e l'analisi qualitativa delle sostanze poste sotto sequestro. "Sono droghe alla portata di tutti, perché non hanno un alto costo (un massimo di 20 euro a pasticca) - ha spiegato il responsabile della Mobile Domenico Lopane - Sono più di 180 i tipi di droga sintetica in circolazione e purtroppo di queste sostanze conosciamo gli effetti, ma non come vengono fatte, perciò la difficoltà sta nel capire cosa viene propinato ai ragazzi".
L'obiettivo di queste droghe di sintesi è quello di avere il massimo rilascio dei nervo-trasmettitori ed essere quindi "più energici". A seguito dell'effetto, subentra uno stato di incoscienza e di depressione che svanisce solo con la ripresa di altre pasticche.  "La MDMA è a tutti gli effetti una anfetamina - ha proseguito Lopane - e viene definita 'dottor morte'".
Come ha infatti voluto sottolineare Vittoria Rissone esercizi pubblici come le discoteche sono un punto di ritrovo e di aggregazione dei giovani, che però non deve diventare un pericolo per la salute e la vita. "Più che giusto il divertimento dei ragazzi, ma che non deve sfociare in situazioni di pericolo come queste".  All'interno del Palladium si contavano durante il rave tra i 500 e i 600 giovani, molti trovati nel momento dei controlli in atto in forte stato di alterazione psico-fisica, sia per alcol che per droga. Infatti oltre alle droghe di sintesi si è appurata anche la presenza di altre sostanze come marijuana e hashish.
Allo spaccio si aggiungono alcune irregolarità amministrative del locale-discoteca, la verifica di regolarità dell'attività esercitata dai cosiddetti "buttafuori", ovvero degli addetti alla sicurezza. Nel corso delle verifiche gli agenti hanno stroncato sul nascere anche due episodi di violenza tra questi gruppi di giovani. Dopo le valutazioni di tutte queste irregolarità, il Questore Dispenza ha firmato il provvedimento di sospensione della licenza a somministrare bevande e all'attività di intrattenimento e musica. Quindi in sostanza la chiusura del Palladium per 30 giorni, come previsto dall'artico 100 del Testo unico di pubblica sicurezza.
20/10/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà