Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Tangenti per il Terzo Valico: chiuse le indagini

Tra gli indagati l'ex presidente di Cociv Michele Longo e il suo vice Ettore Pagani
CRONACA - Chiuse le indagini nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti per il Terzo valico. La procura ha notificato l'avviso a 36 persone e 4 società. Tra gli indagati l'ex presidente di Cociv Michele Longo e il suo vice Ettore Pagani. L'Ansa riporta che, secondo la procura genovese, i manager del consorzio avrebbero assegnato i lavori per il Terzo valico a imprenditori amici in cambio di mazzette. Le accuse vanno, a vario titolo, dalla corruzione alla turbativa d'asta.

A maggio c'erano stati i primi patteggiamenti: a concordare la pena di 2 anni ciascuno sono stati l'ex direttore dei lavori del Cociv, general contractor per la realizzazione dell'opera, Pietro Marcheselli, e il responsabile degli appalti Maurizio Dionisi. Antonio Giugliano, titolare della Giuliano costruzioni, ha concordato 2 anni e 80 mila euro di sanzione oltre a una confisca da 147 mila euro in capo alla società, mentre Giuseppe Petrellese, tuttofare della Giuliano costruzioni, ha concordato 1 anno e 11 mesi.

Tra gli indagati, Ercole Incalza (ex capo della Struttura tecnica di missione del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti), Stefano Perotti (amministratore di fatto della società Ingegneria Spm srl), Andrea Monorchio (ex Ragioniere generale dello Stato ed ex presidente di Infrastrutture Spa, società a partecipazione pubblica costituita per il finanziamento delle Grandi Opere), il figlio Giandomenico Monorchio (proprietario ed amministratore della società Sintel Engineering srl), e Pietro Salini (amministratore delegato di Salini - Impregilo spa detenente la partecipazione di maggioranza nel consorzio Cociv). Incalza, Salini, Perotti e i Monorchio sono accusati di turbativa d'asta. Monorchio è anche accusato di corruzione. Nell'ottobre 2016, l'inchiesta genovese della Guardia di finanza, coordinata dai pm Paola Calleri e Francesco Cardona Albini, aveva portato agli arresti domiciliari 14 persone tra imprenditori e gli allora funzionari del Cociv.

 

(Fonte: Ansa)

23/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!
Verso la focaccia dei record
Verso la focaccia dei record
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno