Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Ritorno alle origini per la Festa dell'Unità

Tre ristoranti per la Festa dell’Unità che prende il via questa sera allo stadio comunale di Novi Ligure. È la prima delle novità di quest’anno per l’evento che tradizionalmente, nel novese, segna l’inizio della stagione delle sagre. La seconda novità consiste in un “ritorno alle origini”.
NOVI LIGURE - Tre ristoranti per la Festa dell’Unità che prende il via questa sera allo stadio comunale di Novi Ligure. È la prima delle novità di quest’anno per l’evento che tradizionalmente, nel novese, segna l’inizio della stagione delle sagre. La seconda novità consiste in un “ritorno alle origini”: "La festa quest’anno si chiama nuovamente “dell’Unità” – spiega il segretario del Pd novese Diego Minetto – È un nome a cui tutti siamo molto affezionati. Un nome che ci mette l’allegria dei giovani. Insomma, che ci fa essere tutti giovani di settant’anni". Sì perché la Festa dell’Unità compie la bellezza di settant’anni. "Tanti come quel 25 aprile del 1945 che ha sancito il trionfo dell’Italia libera", afferma ancora Minetto.

Dicevamo dei tre ristoranti al coperto: ci sarà “il tradizionale” (con gli agnolotti di Tagliolo, le torte di Bosio, i salumi di Giuliano, i formaggi locali e tante altre specialità da scoprire), “l’osteria del pesce fritto” (con i piatti di chef Mauro come le cozze alla marinara, il fritto misto, il baccalà e i cartocci di pesce e verdure) e “la braceria”, dove la carne alla brace la farà da padrone. Il tutto innaffiato dai vini tipici della zona e dalla birra di Pasturana.
Sempre rimanendo in ambito gastronomico, sono previste anche alcune serate con menu speciale (polenta e stoccafisso domani 26 giugno, polenta con funghi e salsiccia sabato 27 giugno, maialino alla brace martedì 30 giugno e bollito misto mercoledì 1° luglio).

La Festa dell’Unità terrà banco fino a domenica 5 luglio e tutte le sere – oltre al cocktail bar, al ballo latino americano, alla libreria – sarà possibile divertirsi in pista con orchestre e musicisti. Si apre questa sera con Paolo Bagnasco, domani sarà la volta di Al Rangone, sabato di “Milly e una notte” e domenica di Lillo Baroni. La seconda settimana parte lunedì 29 giugno con una serata dedicata ai giovani e alle band locali. Martedì 30 appuntamento con Valentina Valenti e mercoledì 1° luglio tutti in pista a ballare con Marco di Radio Zeta. Giovedì 2 luglio appuntamento con Alida e la sua band mentre venerdì 3 luglio sul palco salirà “La premiata band”. Sabato 4 luglio toccherà ai “Mondo di notte” e domenica 5 luglio grande chiusura con la fisarmonica di Paolo Bagnasco.

Ma la Festa dell’Unità è anche politica: domani sera (ore 21.00), dibattito con i senatori Giorgio Tonini e Federico Fornaro e con il segretario regionale Davide Gariglio. "C’è da discutere delle riforme avviate, della questione morale che purtroppo investe anche il nostro partito (“Mafia capitale” e non solo), degli esiti in chiaroscuro delle elezioni amministrative appena conclusesi", dice il segretario Minetto che modererà l’incontro.
25/06/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Distilleria aperta
Distilleria aperta
Love date, amore e web
Love date, amore e web
La protesta dei 101
La protesta dei 101
Sull'orlo del baratro
Sull'orlo del baratro
Caduti, ricordato Paladini
Caduti, ricordato Paladini