Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cultura e Spettacolo

Tenco: cinque prove di un omicidio nei disegni di Valerio Gaglione

L'illustratore acquese Valerio Gaglione è l'autore di una romanzo a fumetti in cui vengono presentate le cinque prove che dimostrerebbero l'omicidio di Luigi Tenco, il cantautore trovato senza vita nella camera 219 dell'Hotel Savoy durante il Festival di Sanremo del 1967

ACQUI TERME - Poche settimane fa è uscita la graphic novel “Se sapessi come fai - Le cinque prove dell'omicidio di Luigi Tenco”, realizzata dal 25enne Valerio Gaglione, illustratore e grafico acquese laureato all'Accademia delle Belle Arti di Genova. Tramite una serie di fumetti e disegni, nel libro sono descritte in maniera dettagliata le cinque prove che dimostrerebbero l'assassinio di Luigi Tenco. Giuseppe Bità, fondatore dell'associazione “Luigi Tenco 60's – La verde isola”, è colui che ha ispirato l'opera di Gaglione. Bità, convinto assertore della tesi omicida, lo scorso anno ha organizzato a riguardo una serie di incontri e conferenze, una delle quali proprio nella sede dell'associazione culturale “Luigi Tenco” di Ricaldone. Abbiamo rivolto alcune domande all'autore di “Se sapessi come fai” per conoscerlo meglio e per approfondire alcuni aspetti legati alla morte del cantautore.


Cinque prove dell'omicidio di Luigi Tenco e la voglia di illustrarle tramite il fumetto; Valerio, raccontaci come tutto ha avuto inizio.
Tutto è cominciato poco più di un anno fa, il 21 marzo 2014. Durante una conferenza tenuta da Giuseppe Bità (autore dei testi) a Ricaldone sono venuto a conoscenza di queste cinque prove. Dopo più di due ore di conferenza la mia visione sulla morte di Luigi Tenco era nitidissima: un palese omicidio di stampo politico. Da qui è nata la mia voglia di illustrare questo giallo italiano tutt'ora irrisolto.

Spiegaci brevemente quali sono queste cinque prove che dimostrerebbero che la sera del 27 gennaio 1967 Luigi Tenco non si è tolto la vita.
Non ve le dirò tutte ma una in particolare: la mano di Tenco non ha mai sparato. La presenza di tre particelle sulla mano destra del cantautore (Tenco era un destrimano) che confermerebbero il suicidio non sono presenti. Viene chiamata "presenza ternaria", le particelle sono l'Antimonio, il Bario e il Piombo. Solo combinate insieme potrebbero dimostrare che la mano di Tenco ha davvero premuto il grilletto, ma soltanto due particelle di antimonio vengono ritrovate sulla destra, una sulla sinistra e le tre combinate ternarie sulla tempia. Sono elementi non volatili che vengono ritrovati anche a distanza di cento anni.

Quale sarebbe, invece, il movente dell'omicidio di Luigi Tenco? Che idea ti sei fatto?
Tenco stava per ricoprire un ruolo importante all'interno di un partito che sarebbe diventato di maggioranza da lì a venire (PSI). Il PSI era al governo quando Luigi Tenco partì per l'Argentina nel dicembre 1965. Il suo viaggio incluse la visita ad alcune personalità politiche, in Italia è un segreto ma in Argentina no. Il cantautore è in malattia militare, il passaporto è in mano all'esercito e non potrebbe allontanarsi nemmeno con una dispensa speciale in teoria. A Luigi venne concesso un permesso speciale dal governo italiano ma questo fatto in Italia è un tabù. Abbiamo ignorato per ben 42 anni il ruolo di Luigi Tenco all'interno della nostra politica italiana. Il suo nome era stato inserito perfino in una lista nera degli allora servizi segreti (SIFAR) etichettato come artista di sinistra.

Valerio tu sei di Acqui Terme, che dista pochi chilometri da Ricaldone, paese d'origine di Tenco, ed oltre ad essere un illustratore e disegnatore sei anche musicista e cantautore, frontman dei NonostanteClizia. Immagino tu sia anche un cultore dell'opera di Luigi Tenco; il tuo percorso artistico ne è stato in qualche modo influenzato?
Ho sempre amato la voce di Tenco fin da piccolo. Tutta la sua opera è stracolma di verità e bellezza, di protesta e romanticismo. I testi di Luigi Tenco e la sua voce mi hanno fortemente ispirato in fase di composizione, in un'intervista con i Nonostanteclizia ci siamo definiti un misto fra My bloody Valentine e Luigi Tenco. Il fatto di essere suo conterraneo non può che inorgoglirmi.

Quanto tempo hai impiegato per completare il tuo lavoro? Come si realizza un libro a fumetti?
Questo è il mio primo lavoro grafico ed è stato difficilissimo realizzarlo. Quando ho iniziato non sapevo nemmeno cos'era un fumetto, le lacune sono molte, la carenza di sceneggiatura in primis ma la mole di contenuti non ha di certo facilitato l'impresa. Sono felice di averlo portato a termine, grazie a questo lavoro ho capito molte cose, sicuramente il prossimo sarà più preciso e curato. "Se sapessi come fai" è il frutto di un'esigenza, ossia quella di raccontare, raccontare la morte di un artista a me caro. Ci ho messo circa un anno per finirlo e ne sono felice.

Uno degli ultimi lavori di Valerio Gaglione è stato selezionato da Sergio Staino per entrare a far parte del gruppo di illustrazioni inserite nel libretto del doppio cd “LiberAzione 70°”, che raccoglie 40 canzoni popolari della Resistenza. Il disegno compare nel video che annuncia l'uscita della raccolta, pubblicato alcuni giorni fa sul sito di Repubblica.it. Domenica 19, inoltre, Gaglione ha partecipato al Festival “Anomali” di Acqui Terme a Palazzo Chiabrera con l'esposizione di alcune tavole da lui realizzate insieme a quelle di altri illustratori locali, tra i quali Riccardo Guasco di Alessandria.

 

23/04/2015
Alessandro Francini - redazione@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Pattinaggio artistico Aurora
Pattinaggio artistico Aurora
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Salice Terme domenica 2 settembre
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Salice Terme domenica 2 settembre
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco