Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

I nuovi requisiti per il Sia

Il SIA è un contributo, da richiedere al proprio Comune di residenza ed erogato dall’Inps con cadenza bimestrale su carta di pagamento elettronica, riservato alle famiglie con grave disagio economico, nelle quali sia presente almeno un minore, un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza
PROVINCIA - Il 16 marzo 2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che prevede l’ampliamento della platea dei potenziali beneficiari del SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva) che è la misura di contrasto alla povertà prevista dalla Legge di Stabilità per il 2016 destinata a essere sostituita dal Reddito di Inclusione entro fine anno. Il SIA è un contributo, da richiedere al proprio Comune di residenza ed erogato dall’Inps con cadenza bimestrale su carta di pagamento elettronica, riservato alle famiglie con grave disagio economico, nelle quali sia presente almeno un minore, un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza. L’importo mensile dell’assegno è di 80 euro per componente familiare, per un massimo di 400 euro in caso di famiglie con 5 o più membri. Per effetto delle recenti modifiche, ai nuclei familiari composti da un genitore solo e da figli minorenni viene riconosciuta una quota aggiuntiva di ulteriori 80 euro mensili. Dall’ammontare del SIA sono dedotte eventuali somme già erogate a titolo di social card, di incremento del bonus bebè per le famiglie con Isee basso e l’assegno per nucleo familiare con almeno tre figli minori erogato dai Comuni. Hanno diritto al SIA i nuclei familiari con le seguenti caratteristiche:

- il richiedente deve essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero titolare di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
- il richiedente deve essere residente in Italia da almeno due anni;
- il nucleo familiare deve comprendere o un minore, o una persona con disabilità insieme al suo genitore o una donna in stato di gravidanza accertata;
- il nucleo familiare deve trovarsi in disagio economico attestato da un indicatore Isee inferiore o uguale ai 3.000,00 euro;
- nessun membro del nucleo familiare deve essere titolare di carta acquisti sperimentale né di Naspi o Asdi o altri ammortizzatori sociali;
- nessun componente deve possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi precedenti la domanda ovvero di autoveicoli con cilindrata oltre i 1300 cc e motoveicoli oltre i 250 cc immatricolati nel triennio precedente, con le recenti modifiche sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli oggetto di agevolazione fiscale per le persone con disabilità;
- in caso di godimento da parte dei membri del nucleo familiare di pensioni o trattamenti assistenziali, il valore complessivo delle prestazioni già erogate non può superare i 600 euro mensili, elevati da aprile 2017 a 900 euro in caso di presenza nel nucleo di persona non autosufficiente;
- attribuzione di punteggio della valutazione multidimensionale del bisogno di almeno 25 punti (anziché i 45 della disciplina originaria), calcolato dall’Inps secondo il carico familiare, la situazione economica e quella lavorativa.


Per poter ottenere il SIA il nucleo familiare deve aderire e seguire un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto insieme ai servizi sociali competenti, il mancato rispetto di tale progetto comporterà la revoca o l’esclusione dal sostegno.

Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato ACLI presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:


Sede Provinciale di ALESSANDRIA
Via Faà di Bruno 79 -15121 Alessandria
Tel. 0131/25.10.91 - Cell. 333.29.94.285

Segretariato Sociale di ACQUI TERME
Via Nizza 60/B - 15011 Acqui Terme
Tel. 349.97.54.687

Sede Zonale di CASALE MONFERRATO
Via Mameli, 65 -15033 Casale Monferrato
Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.95.59.797

Sede Zonale di TORTONA
Via Emilia 244 -15057 Tortona
Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di NOVI LIGURE
Via P. Isola 54/56 -15067 Novi Ligure
Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di VALENZA
c/o Comunità Parrocchiale Via Pellizari 1 -15048 Valenza
Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519
18/06/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il tricolore della Pernigotti
Il tricolore della Pernigotti
Pernigotti, il no dei dipendenti
Pernigotti, il no dei dipendenti
Il rito della bandiera
Il rito della bandiera
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Vegni sarà il nostro futuro
Vegni sarà il nostro futuro
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati