Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Mense scuola: sindacati e lavoratori scendono in piazza. "Bugie del sindaco", ma arriva la replica...

Lo avevano già annunciato per ottenere un incontro prima che venisse pubblicata la gara europea per il servizio di refezione scolastica: "daremo battaglia". Ora i sindacati e i lavoratori scendono in piazza giovedì 10 maggio. "Il Sindaco e la sua Giunta non hanno recepito alcunché delle proposte formulate dal sindacato unitariamente. Purtroppo non possiamo escludere uno scenario da macelleria sociale". Cuttica replica amareggiato...
[AGGIORNAMENTO] 15.30: - Il sindaco stupito e amareggiato per le polemiche sulla gara per la refezione scolastica
“Come ho già avuto modo di precisare in un comunicato dello scorso 24 aprile, le procedure inerenti la gara europea per la refezione scolastica sono state presentate alle organizzazioni sindacali in completa trasparenza e nell’ottica di una condivisione di intenti e proposte. Per questa ragione l’accusa di essere un ‘bugiardo’mi lascia amareggiato e sorpreso”.

Così il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha commentato un duro volantino con cui le organizzazioni sindacali Cgil, CISL e UIL preannunciano manifestazioni per protestare contro le procedure di gara europea per la refezione scolastica.

“Si tratta di una gara estremamente delicata che è stata seguita nel massimo rigore – ha continuato il Primo Cittadino -. Ovviamente non è stata ‘cucita addosso’ a nessun possibile candidato, ma perseguendo gli obiettivi di salvaguardia sia della qualità del servizio che dei posti di lavoro, seguendo alla lettera le procedure di tutela stabilite dalla normativa nazionale. Certo non è stata ‘cucita addosso’ neppure ad Aristor, ma non credo che fosse questa la pretesa delle organizzazioni sindacali. I recenti risvolti giudiziari che hanno segnato le proroghe del servizio adottate negli anni passati, proprio riferite ad Aristor, ci impongono, se possibile, ancora maggiore correttezza e trasparenza, anche a tutela dei dirigenti e del personale comunale che affronta procedure tanto delicate. Non voglio neppure commentare le accuse di ‘macelleria sociale’ perché è evidente che la tutela dei posti di lavoro non è in discussione.”


ALESSANDRIA - “Pronti a dare battaglia”. Questo è la prima risposta delle lavoratrici e del sindacato che avevano già “avvisato” l'amministrazione comunale solo poche settimane fa, quando l'obiettivo era ottenere un incontro con sindaco e giunta prima che venisse pubblicata la gara per il servizio di refezione scolastica che aveva già sollevato parecchi dubbi, sia tra le organizzazioni sindacali che tra i banchi di una parte della minoranza di Palazzo Rosso (il PD).

“Le notizie diffuse a mezzo stampa dall’Amministrazione Comunale tuonano Filcams CGIL Fisascat CISL Uiltucs UIL - non corrispondono alla verità. Il Sindaco e la sua Giunta non hanno recepito alcunché delle proposte formulate dal sindacato unitariamente“. Dopo l'incontro/confronto con i rappresentanti sindacali l'amministrazione di Cuttica di Revigliasco aveva parlato di “gara europea pubblicata. Sono state accolte tutte le osservazioni delle organizzazioni sindacali, previa controllo degli uffici circa la compatibilità con la normativa" .

“Gli atti di gara pubblicati in merito all’appalto delle mense scolastiche di Alessandria non solo producono un taglio di oltre 500 mila euro l’anno ma ancor di più non contengono le garanzie necessarie a salvaguardare tutti i posti di lavoro” ribadiscono Cgil, Cisl e Uil.  “Siamo davvero sconcertati per la presa in giro del sindaco e per aver predisposto una gara che oltre a tagliare fuori volutamente Aristor pare cucita perfettamente a misura per predeterminare un esito che sembra scontato. Purtroppo non possiamo escludere uno scenario da macelleria sociale con un’Amministrazione Comunale che si sta assumendo una responsabilità pesantissima sulle conseguenze nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori oggi occupati, che da sempre, nonostante le difficoltà e indipendentemente dai gestori, garantiscono servizi di qualità per le scuole alessandrine”.

Così “a difesa del lavoro, ma anche per garantire per il prossimo settembre – con l'inizio delle scuole – un servizio di refezione scolastica di qualità a tutela di tutti i bambini” sindacati e lavoratori scendono in piazza: giovedì 10 maggio alle 16,30 presidio e manifestazione sotto il Comune di Alessandria.
8/05/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà