Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Outlet, un anno dopo lo sciopero: ecco cosa è cambiato

La città dello shopping non rinuncia alle aperture festive, ma il sindacato è riuscito a fare breccia su molti temi cari ai lavoratori, come i parcheggi riservati, la sicurezza e la gestione della pausa pranzo. Intanto al Retail Park una lavoratrice vince una causa sul lavoro festivo. E i supermercati? A Pasqua e Pasquetta aprono quasi tutti
SERRAVALLE SCRIVIA – Un anno fa lo sciopero di cui ha parlato tutta Italia, simbolo di uno scontro non solo economico o sindacale, ma anche sociale e culturale. Oggi una trattativa che va avanti lontano dai riflettori, magari lentamente ma nel segno della collaborazione tra le parti.

L’Outlet di Serravalle Scrivia si avvia a tenere aperto per la seconda Pasqua consecutiva. Ma se nel 2017 la decisione aveva portato i lavoratori sul piede di guerra, quest’anno la situazione appare molto più tranquilla. A fare il punto della situazione è Alex Delnevo, rappresentante della Cgil nel più grande outlet d’Europa: una cittadella di oltre duemila dipendenti in cui i sindacati non erano mai riusciti a entrare.

E forse, per le organizzazioni sindacali, il più grande risultato dello sciopero di Pasqua 2017 è stato proprio questo: fare breccia tra quei giovani lavoratori, spesso precari, che consideravano quelli con la tessera in tasca sacerdoti di una religione stanca e relegata alle fabbriche. L’attenzione mediatica – ottenuta nonostante lo sciopero non fosse stato granché partecipato (praticamente tutti i negozi erano rimasti aperti) – ha inoltre permesso l’avvio di una trattativa con l’Outlet che oggi comincia a dare i suoi frutti, anche grazie alla mediazione del prefetto Romilda Tafuri.

Su alcune aperture festive, casus belli della vicenda, si è arrivati a una soluzione di compromesso: centro commerciale aperto ma con orario ridotto. E così domani, giorno di Pasqua, l’Outlet si potrà fare shopping solo dalle 14 alle 20, come già era avvenuto a Santo Stefano; lunedì di Pasquetta invece la città della moda sarà regolarmente aperta.

Novità positive anche su altre tematiche che stavano a cuore ai lavoratori: «Ora sono previsti parcheggi riservati ai dipendenti nei giorni di grande afflusso – spiega Delnevo – Nonché l’ultimo piano del silos, collegato all’Outlet con una navetta». Migliorate anche le procedure di sicurezza per il versamento degli incassi e per il trasporto dei preziosi.

Per la pausa pranzo, «è stato implementato un sito web che permette ai dipendenti di scegliere da casa il pasto, che poi viene consegnato direttamente in negozio all’orario richiesto – dice il delegato della Cgil – Inoltre è stata istituita un’area relax riservata ai dipendenti, anche se solo in via sperimentale».

Intanto dall’altra parte della 35 bis, al Retail Park, arriva la notizia di una causa vinta da una lavoratrice di Mondo Convenienza proprio a proposito del lavoro festivo. Una lavoratrice, che si non aveva dato la disponibilità a lavorare durante un giorno festivo infrasettimanale, era stata messa comunque in turno e, quando non si era presentata, aveva ricevuto un provvedimento disciplinare. La donna, assistita dalla Cgil, ha fatto ricorso contro la sanzione e il giudice del lavoro le ha dato ragione.

L’apertura pasquale, però, ormai si sta dimostrando essere una consuetudine un po’ ovunque. A Novi, domani mattina saranno aperti parecchi supermercati (Bennet, Gulliver, Iperdì e Unes); fanno eccezione il Galassia e l’Iper di Serravalle. A Pasquetta, aperti tutti il giorno Bennet e Iper; solo al mattino Galassia, Gulliver, Iperdì e Unes.
31/03/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà