Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Work-in-Class: due premi fino a 50mila euro ciascuno

Dalla Compagnia di San Paolo un challenge award per nuove soluzioni in campo dell'alternanza scuola/lavoro e dell'uso alternativo delle strutture scolastiche, realizzate da start up sociali
ECONOMIA E LAVORO - La Compagnia di San Paolo intende stimolare proposte innovative relativamente a:
1. «Soluzioni di alternanza scuola/lavoro, o di servizi per la messa in essere di modelli di alternanza scuola/lavoro», e
2. «Soluzioni di utilizzo alternativo delle strutture scolastiche al di fuori degli orari di lezione».
I partecipanti dovranno sottoporre alla Compagnia di San Paolo un’idea innovativa di servizio nella sua organizzazione in forma di impresa sociale sostenibile.

Il challenge award Work-in-Class si rivolge a gruppi informali di operatori, ma anche ad associazioni, cooperative sociali, imprese sociali o altri raggruppamenti non a fini di lucro che ritengano di aver individuato proposte innovative relativamente a soluzioni di
1) alternanza scuola-lavoro, o di
2) utilizzo alternativo degli spazi scolastici al di fuori degli orari scolastici e abbiano costituito o intendano costituire start-up sociali mirate allo sviluppo di tali soluzioni.
Possono presentare progetti alla valutazione tutti gli interessati maggiorenni.


Challenge award «Work-in-Class: 1) start up sociale per la creazione di soluzioni innovative per l’alternanza scuola/lavoro»

Obiettivo:
Individuazione di proposte innovative per lo sviluppo di soluzioni di alternanza scuola/lavoro o di servizi per la messa in essere di modelli di alternanza scuola/lavoro, da realizzare attraverso la creazione o lo sviluppo di startup sociali.

Criteri di valutazione:
Le proposte saranno valutate da una giuria in relazione a:
▪ Modello di alternanza scuola lavoro: innovatività e applicabilità, secondo quadro legislativo;
▪ Solidità del business model e del piano economico-finanziario: linee di ricavo attivabili e piano di sviluppo;
▪ Rete di stakeholder coinvolti e attivati / attivabili;
▪ Qualità del piano industriale: sostenibilità del progetto nel medio periodo (3 anni);
▪ Applicabilità alle diverse tipologie di scuola secondaria di secondo grado, sia a indirizzo professionale-tecnico che a indirizzo liceale;
▪ Trasferibilità o scalabilità del progetto sul territorio nazionale;
▪ Presenza di KPI (Key Performance Indicators) per il monitoraggio e, successivamente, la valutazione dei risultati raggiunti;
▪ Identificazione di KRI (Key Risk Indicators) anche solo qualitativi.

Criteri di partecipazione:
I gruppi e le organizzazioni che intendono partecipare al Challenge Award devono:
1. Realizzare una presentazione (in Power Point o Keynote, da consegnare in PDF) secondo l’indice allegato a questo bando (Allegato 2) volta a illustrare la Business Idea, la sua realizzabilità e l’Action Plan collegato;
2. Compilare l’Executive Summary nel formato allegato al presente documento (Allegato 3.1);
3. Compilare e firmare il Modulo di iscrizione al Challenge Award (Allegato 1), indicante i termini e
le regole di partecipazione e di utilizzo del premio da parte del vincitore.


Challenge award «Work-in-Class: 2) start up sociale per la creazione di soluzioni innovative per l’uso alternativo delle strutture scolastiche»

Obiettivo:
Individuazione di proposte innovative per lo sviluppo di soluzioni di utilizzo alternativo e a carattere sociale delle strutture scolastiche al di fuori degli orari di lezione, da realizzare attraverso la creazione o lo sviluppo di startup sociali e con il coinvolgimento dei soggetti e degli stakeholder scolastici (insegnanti, studenti, etc.).

Criteri di valutazione:
Le proposte saranno valutate da una giuria in relazione a:
▪ Finalità e modello di utilizzo alternativo delle strutture e degli spazi scolastici al di fuori degli orari di attività scolastica;
▪ Solidità del business model e del piano economico-finanziario: linee di ricavo attivabili e piano di sviluppo;
▪ Rete di stakeholder coinvolti e attivati / attivabili, con particolare riferimento al coinvolgimento del corpo docenti e degli studenti;
▪ Qualità del piano industriale: sostenibilità del progetto nel medio periodo (3 anni);
▪ Applicabilità alle diverse tipologie di scuola secondaria di secondo grado, sia a indirizzo professionale-tecnico che a indirizzo liceale;
▪ Trasferibilità o scalabilità del progetto sul territorio nazionale;
▪ Presenza di KPI (Key Performance Indicators) per il monitoraggio e, successivamente, la valutazione dei risultati raggiunti;
▪ Identificazione di KRI (Key Risk Indicators) anche solo qualitativi.

Criteri di partecipazione:
I gruppi e le organizzazioni che intendono partecipare al Challenge Award devono:
1. Realizzare una presentazione (in Power Point o Keynote, da consegnare in PDF) secondo l’indice allegato a questo bando (Allegato 2) volta a illustrare la Business Idea, la sua realizzabilità e l’Action Plan collegato;
2. Compilare l’Executive Summary nel formato allegato al presente documento (Allegato 3.2);
3. Compilare e firmare il Modulo di iscrizione al Challenge Award (Allegato 1), indicante i termini e le regole di partecipazione e di utilizzo del premio da parte del vincitore.


Premio

Per ciascuno dei due ambiti - 1. «Soluzioni di alternanza scuola/lavoro, o di servizi per la messa in essere di modelli di alternanza scuola/lavoro», e 2.«Soluzioni di utilizzo alternativo delle strutture scolastiche al di fuori degli orari di lezione» - è stanziato un budget massimo per progetto finanziato pari a euro 50.000 da investire a scelta del vincitore esemplificativamente nella patrimonializzazione della start-up, nell’acquisto di servizi di tutoraggio, consulenza, sperimentazione, accelerazione e ricerca di investitori, o in altre voci di spesa necessarie al decollo dell’attività La Compagnia si riserva di non assegnare il premio in mancanza di progetti convincenti.
Il premio verrà erogato in tre tranche:
Si ricorda ulteriormente che la Compagnia di San Paolo non eroga contributi a persone fisiche, enti con fine di lucro o società commerciali di qualsiasi natura, con eccezione delle cooperative che operino nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, delle imprese sociali di cui al decreto legislativo 24 marzo 2006, n.155 e delle cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n.381 e successive modificazioni.

Tempistica e contatti
I documenti per la partecipazione al Bando dovranno essere indirizzati all’indirizzo:
filantropiaterritorio@compagniadisanpaolo.it
entro e non oltre le h. 12 del 31 luglio 2017.
per info:
Lamoro scarl
via leopardi 4
Asti
0141 532516
info@lamoro.it


N.B.:
Il PREMIO, secondo legge e regolamento della Compagnia, POTRA’ ESSERE EROGATO ESCLUISIVAMENTE A:
▪ ENTI SENZA FINE DI LUCRO (INCLUSE LE ASSOCIAZIONI NON RICONOSCIUTE);
▪ IMPRESE SOCIALI (decreto legislativo 24 marzo 2006, n.155) E COOPERATIVE SOCIALI (legge 8 novembre 1991, n.381 e successive modificazioni).
LE PERSONE FISICHE NON POSSONO ESSERE DESTINATARIE DI CONTRIBUTO. Pertanto se, come è possibile ai sensi di questo bando, il vincitore del premio risultasse una o più persone fisiche, queste dovranno costituire un soggetto giuridico ammissibile ENTRO 90 GIORNI dalla data della comunicazione in forma scritta da parte della Compagnia di San Paolo dell’avvenuta selezione o, in alternativa, individuare un soggetto giuridico ammissibile già in esistenza, disponibile ad assumersi l’impegno formale a realizzare il progetto nella forma originariamente proposta alla Compagnia e fatta oggetto di selezione. Tale impegno dovrà essere comprovato in adeguata e vincolante forma scritta e deve essere indicato all’interno del modulo di iscrizione “Allegato1_Work-in- Class_ModuloIscrizione”.
Scaduti i 90 giorni senza la comunicazione del soggetto giuridico ammissibile attuatore, la Compagnia sarà libera di annullare l’assegnazione e/o trasferirla ad altro partecipante al bando.
I progetti presentati saranno valutati in funzione della qualità dell’idea e della realizzabilità, sostenibilità e replicabilità del business model. Particolare attenzione sarà posta al modello di impresa sociale individuata come ente attuatore della soluzione proposta.
I modelli di business proposti - nei loro aspetti di organizzazione didattica, di orientamento al lavoro e professionale, oltreché di generazione dei ricavi e organizzazione di impresa - devono prevedere il raggiungimento, o comunque la concreta attivazione, nei primi 3 anni di attività, di meccanismi di sostenibilità economico finanziaria secondo fonti private o pubbliche.
La valutazione sarà realizzata da una giuria di esperti, attraverso un primo screening dei progetti pervenuti e un secondo colloquio di approfondimento con i titolari dei progetti selezionati dopo la prima fase.
L’avvio della fase di test o di implementazione del progetto dovrà essere realizzata sul territorio della Città Metropolitana di Torino, con il coinvolgimento di uno o più istituti scolastici secondari di secondo grado, con particolare attenzione agli istituti rispetto ai quali le esperienze odierne paiono ancora carenti, come i licei.
13/06/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà