Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Morte Garitta: fermata una ventiquattrenne di Ovada

Svolta nella vicenda della morte dell'uomo trovato il 1 gennaio. Nella notte i Carabinieri hanno fermato una giovane donna residente ad Ovada: avrebbe fatto salire Garitta sulla sua auto e condotto al campo, dove è stato investito. Non è ancora chiaro il movente dell'omicidio [AGGIORNAMENTO]
 OVADA - AGGIORNAMENTO
E' accusata di omicidio una giovane donna residente ad Ovada, Aurela Perhati, 24 anni, di origine albanese. E' stata arrestata nella notte e, dopo un lungo interrogatorio, ha ammesso di aver investito con la sua auto, una Lancia Y, Massimo Garitta il cui cadavere è stato scoperto nel primo pomeriggio del 1° gennaio in un campo tra la ferrovia Genova-Acqui e la strada provinciale 456 del Turchino. 
Gli inquirenti sono riusciti a risalire all'identità del presunto assassino attraverso le tracce lasciate dall'automobile e una sequenza di numeri e lettere impresse, come un "marchio a caldo", nel giubbotto della vittima. Il codice corrispondeva al numero di matrice di una marmitta. Visionando le immagini delle telecamere, è stata fatta una scrematura delle auto la cui marmitta era compatibile con quella usata nel delitto, fino a risalire alla LanciaY in uso alla donna.
Aurela, per motivi ancora al vaglio, aveva fatto salire l'uomo a bordo della sua auto verso le 18,30 del 31 dicembre e, insieme, si sono diretti verso ilcampo. 
Durante l'interrogatorio la giovane donna ha detto di avere subito "ingiustizie" da parte del Garitta. Ma il movente non è ancora del tutto chiaro. Quando è stato ritrovato, il corpo dell'uomo era seminudo, dalla cintola in giù. 
La ragazza, la cui famiglia risiede da diversi anni ad Ovada, si trova ora nel carcere femminile di Vercelli. 


Svolta nel caso della morte di Massimo Garitta, il 53enne trovato a Capodanno in un campo di Ovada. A riferirlo è l’Ansa che rende noto di un fermo, da parte dei Carabinieri di Alessandria, della presunta autrice del delitto, Aurela Perhati 24enne residente ad Ovada. I dettagli dell'operazione verranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 15.30 al Comando dei Carabinieri di Alessandria e a cui prenderà parte, oltre al Comandante Provinciale, il Procuratore di Alessandria, Enrico Cieri.

4/01/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta