Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Pernigotti: cinque aziende per i gelati, "spezzatino" più vicino

Cinque aziende interessate a rilevare il comparto dei prodotti per gelateria di Pernigotti. La proprietà turca vuole cedere in tempi rapidi. Sul fronte del marketing ancora concorsi a premi, spot televisivi e fiere internazionali
NOVI LIGURE – Sono cinque e tutte italiane le aziende interessate a rilevare la divisione “I&P” di Pernigotti, che si occupa della produzione e commercializzazione di preparati per gelaterie artigianali e pasticcerie. Lo riferisce Radiocor, l’agenzia di stampa del Sole 24 Ore specializzata nell’informazione economica e finanziaria. La vendita del ramo d’azienda è stata decisa durante il consiglio di amministrazione che si è tenuto lo scorso 14 dicembre e l’incarico è stato affidato all’advisor Vitale e Associati. Le trattative, secondo quanto riporta Radiocor, sono in corso e dovrebbero concludersi nel giro di sei settimane. Una notizia negativa per gli operai: la vendita del comparto più redditizio renderà più difficile tenere aperta la fabbrica di Novi.

Prosegue anche la ricerca di acquirenti per Pernigotti. Il 20 marzo a Roma ci sarà un incontro tra l’advisor Sernet e le aziende interessate a rilevare lo stabilimento di Novi Ligure (non il marchio, perché la proprietà turca finora non l’ha messo sul mercato). Gli imprenditori interessati sarebbero tre, tutti terzisti. Tra questi una cooperativa di Torino impegnata nell’alimentare e Laica, azienda del novarese specializzata nella produzione di cioccolato che già sta lavorando per conto di Pernigotti.

Nel frattempo, dal punto di vista del marketing, per Pernigotti la vita continua come se nulla fosse. A Milano l’azienda ha ricevuto il Top Quality Awards 2019 conferito dalla Marketing Consulting per la linea delle creme spalmabili (prodotte in Turchia). A Dubai ha partecipato alla fiera GulFood [nella foto in alto] con le proprie creme per gelato “Piedmont 100% Igp Hazelnut” (prodotte con nocciole piemontesi). L’azienda era presente anche alle fiere Expo Sweet (a Varsavia, Polonia) e Artoza (ad Atene, Grecia).

Pernigotti ha anche messo in campo un secondo concorso a premi. Il primo era stato a Natale: mentre gli operai scioperavano, l’azienda proponeva viaggi in diverse località esotiche (montepremi di oltre 51 mila euro). Viaggi in palio anche a San Valentino, per un montepremi di quasi 7 mila euro. Per Pasqua uscirà inoltre un nuovo spot televisivo, dopo i due realizzati a Natale: a occuparsene sarà ancora la casa di produzione Areastream.

Ma si registrano anche segnali di carattere opposto: sui social network, la conduttrice televisiva Tessa Gelisio [foto in alto] ha diffuso un video con cui invita ad «acquistare in massa i prodotti fatti in Italia e boicottare quelli fatti in Turchia» per «provare a salvare il posto dei cento operai della Pernigotti di Novi Ligure».
12/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta