• Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager

  • Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager

  • Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager

  • Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager

Vota la galleria:  
  (Clicca su una stella per dare un voto da 1 a 5)

blog comments powered by Disqus

Posate sette pietre d’inciampo a ricordo degli alessandrini deportati nei lager

Info -
È stato Gunter Demnig a posare le sette “pietre d’inciampo” che ricorderanno altrettanti alessandrini deportati nei lager nazisti da cui non hanno più fatto ritorno. Gunter Demnig è l’artista tedesco, che nel 1995 a Colonia ha lanciato questa iniziativa, contagiando 22 nazioni europee. Ha già posato oltre 56.000 “pietre d’inciampo”, blocchetti (dimensioni 10 x 10 cm), ricoperti da una piastra di ottone sulla quale sono incisi nome e cognome, data di nascita, di deportazione e, se conosciuta, di morte degli ebrei deportati nei campi di concentramento nazisti.

Le vittime alessandrine sono complessivamente 27, ma soltanto di 7 è stato possibile reperire notizie e dati certi, al termine di ricerche d’archivio durate oltre un anno. Due “pietre” sono state collocate in via Migliara 10 davanti a quella che fu l’abitazione di Cesare Sacerdote e Vittorina Artom mentre le altre cinque sono state posate davanti alla Sinagoga, in via Milano e dedicate a Saul Campagnano, Emilia Vitale, Ermelinda Colombina Carmi, Ermene Ester Carmi, Ida De Benedetti, tutti alessandrini deportati e assassinati ad Auschwitz nel 1944/45.


Data - 17/01/2018

Tags