Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

Fornaro: "Basta speculazioni politiche sulle Ong"

Ong (organizzazioni non governative) nell'occhio del ciclone dopo le dichiarazioni del magistrato di Catania Carmelo Zuccaro che ha parlato di connivenze fra le organizzazioni e gli scafisti. L'intervista al senatore Federico Fornaro, che fa parte della Commissione Difesa
POLITICA - Le Ong (organizzazione non governative) da una settimana a questa parte sono nell’occhio del ciclone, dopo le dichiarazione del magistrato di Catania Carmelo Zuccaro che ha parlato di connivenze fra le organizzazioni e gli scafisti. Giovedì scorso il dottor Zuccaro è stato ascoltato dalla commissione in senato della Difesa, della quale fa parte il senatore Federico Fornaro.

La settimana scorsa si è riunita la commissione della Difesa per ascoltare il magistrato di Catania Carmelo Zuccaro riguardo alla questione delle infiltrazione criminose all’interno delle ong. L’ipotesi è quella che ci siano accordi fra gli scafisti e alcuni esponenti delle organizzazioni non governative, la relazione del dottor Zuccaro Le è parsa convincente?

“L'audizione del Procuratore di Catania, Zuccaro, è stata utile per comprendere la complessità del fenomeno e l'urgenza di un maggior impegno di uomini e attrezzature tecnologiche per combattere i trafficanti di morte che operano sulla coste libiche.
Zuccaro ha poi chiarito che il focus non sono le Ong, ma, invece, i trafficanti di esseri umani e chi specula in Italia sull'assistenza ai migranti. Il magistrato ha poi ribadito che allo stato dei fatti a sua conoscenza non sarebbe in grado di formulare accuse puntuali e sostenibili in un processo.
Segnalo comunque che in tutte le audizioni delle autorità militari e della guardia costiera è stato ribadito che le attività delle Ong in mare avvengono sotto il coordinamento della guardia costiera italiana ed è quest'ultima che autorizza l'intervento di salvataggio e indica il porto sicuro a cui la nave dell'ong deve portare i migranti tratti in salvo. Non ci sono mai state evidenze di comportamenti differenti e anomali da parte delle navi delle Ong.

E’ vero che il magistrato non ha la possibilità di indagare perché non vi sono leggi adeguate?
“Zuccaro, più che nuove leggi, ha chiesto una maggiore attenzione da parte di tutti gli organi dello Stato su quanto accade in mare e la possibilità di mettere sotto controllo sistematico le comunicazioni telefoniche satellitari nell'area del Mediterraneo dove avvengono i ritrovamenti dei natanti alla deriva”.

Quale la posizione dell’Articolo 1 Mdp a tale riguardo?
“La nostra posizione è chiara: basta speculazioni politiche che gettano fango sulle Ong nel loro complesso. Basta fare di tutta un'erba un fascio colpendo organizzazioni come Medici Senza Frontiere e Save the children impegnate in una attività di salvataggio in mare che ha consentito di evitare la morte di centinaia di donne, uomini e bambini che stanno scappando dalla fame e dalla guerra. Si lasci dunque lavorare la magistratura e la commissione di indagine del Senato e si individuino, se esistenti, responsabilità soggettive o di singole organizzazioni, ma si ponga fine a una indegna campagna di denigrazione e discredito delle Ong”

Quanto sta avvenendo, secondo lei, potrebbe minare il programma di accoglienza?
“Posizioni come quelle assunte da tempo dalla Lega e dalla destra, a cui si è aggiunto da ultimo il Movimento 5 Stelle con titoli dei post sul sito www.beppegrillo.it del tipo "Più di 8 mila sbarchi in 3 giorni: l'oscuro ruolo delle Ong private", non aiutano a comprendere la complessità del fenomeno dei migranti e oggettivamente non fanno che alimentare un clima di intolleranza.
Un conto è pretendere giustamente trasparenza di obiettivi e finanziamenti delle Ong, altro è sparare nel mucchio salvo poi, dopo le giuste rimostranze degli interessati, sostenere che no, loro non parlavano di tutte le Ong, ma solo di alcune. Troppo facile: la politica è chiamata a dare risposte di governo di questo fenomeno e non ad alimentare paure e sospetti.”

I sindaci potrebbero, appigliandosi a quanto dichiarato dal dottor Zuccaro, non voler più aprire le porte agli immigrati?
“Credo proprio di no, anche se sul tema della accoglienza in Italia dei migranti è necessario che ogni comune faccia la sua parte e si evitino carichi eccessivi su alcune comunità. Così come è indispensabile un controllo adeguato sulla correttezza di comportamenti e rispetto di standard minimi da parte dei soggetti privati che gestiscono le attività di accoglienza.”

Articolo 1 Mdp quali azioni ha intenzione di intraprendere nel prossimo futuro riguardo a tale questione?
“Innanzitutto la politica e l'opinione pubblica devono rendersi conto che ci troviamo di fronte a un fenomeno epocale, di difficilissima gestione anche per l'inesistenza di uno Stato funzionante in Libia e la guerra in atto in numerosi e popolosi paesi africani e del medio oriente.
L'Europa dovrà essere richiamata alle proprie responsabilità e dovrà essere approvata una nuova politica di cooperazione internazionale verso il continente africano: l'Italia non può essere lasciata sola e i confini italiani sono i confini dell'Europa.
Sul ruolo delle Ong, infine, proporremo che vi sia una forma di accreditamento da parte delle autorità militari italiane dei soggetti che intendono cooperare nelle attività di ricerca e salvataggio, con garanzie di trasparenza e capacità operative.
Ricordo che nei primi 4 mesi del 2017 le navi delle Ong hanno salvato il 28% dei migranti alla deriva davanti alle coste libiche.
Chiederemo,infine, anche un maggior coordinamento tra le varie missioni militari operanti nella zona”.
15/05/2017
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Ian Paice dei Deep Purple - Soundcheck a Borgoratto prima del concerto con i Beggar's Farm in favore della LILT
Ian Paice dei Deep Purple - Soundcheck a Borgoratto prima del concerto con i Beggar's Farm in favore della LILT
Gino Paoli omaggia Luigi Tenco all'Isola In Collina 2017 di Ricaldone
Gino Paoli omaggia Luigi Tenco all'Isola In Collina 2017 di Ricaldone
incendio boschivo a Mongiardino: i Vigili del Fuoco al lavoro
incendio boschivo a Mongiardino: i Vigili del Fuoco al lavoro
Incendio in via Antica Libarna
Incendio in via Antica Libarna
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera