Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Disservizi sulla Novi-Tortona, "Sì, esageriamo"

"Siamo destinati a subire questo servizio per anni. E oggi passiamo almeno 30 minuti in più sui mezzi pubblici per un totale di più di quattro ore giornaliere. Un impatto sulla qualità della vita che si spiega da solo"
NOVI LIGURE – Riceviamo e pubblichiamo da Giuseppina Tolino, dell'Associazione pendolari novesi, una lettera in risposta alle considerazioni di un altro pendolare che si riferivano ai disservizi sul collegamento sostitutivo in pullman tra Novi e Tortona, di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Ho letto con attenzione la lettera dell’amico pendolare Bruno sul servizio sostitutivo treno Novi-Tortona in vigore dal 4 settembre a causa della chiusura della linea per i lavori di realizzazione del Terzo-Valico. Vorrei rispondere riportando brevemente la mia esperienza che, come si può facilmente immaginare dal titolo (volutamente provocatorio) è diversa da quanto riportato dall’amico pendolare.

Premetto (solo per inciso) che anche io sono pendolare da più di 30 anni e anche io ho avuto l’onore di essere una socia fondatrice dell’Associazione Pendolari Novese.
Il problema della chiusura della linea Novi-Tortona è stato sviscerato a fondo e affrontato durante le assemblee dei pendolari e incontri con rappresenti di Ferrovie dello Stato e Terzo Valico (gli attori principali di questa vicenda) e abbiamo avuto ancora una volta la spiacevole conferma che le nostre proposte (tra le quali il bus sostitutivo Novi-Tortona era “l’ultima spiaggia”) in apparenza ascoltate con attenzione sono state completamente ignorate.
Il servizio sostitutivo ci è stato imposto senza nessuna possibilità di replica. In conclusione siamo stati ancora una volta “cornuti e mazziati” nell’indifferenza generale. Domando: esageriamo?

Detto questo, ecco il breve resoconto dei primi mesi del servizio sostitutivo Novi-Tortona:

- la ditta che fornisce il servizio non ha istruito gli autisti sul tragitto e (ultima volta la scora settimana) abbiamo rischiato più volte di finire a Pollastra, Bettole ecc. Risultato? Ogni volta che c’è un autista nuovo ci offriamo di fare i “navigatori umani”. Voglio tralasciare il fattore “sicurezza” ma domando: esageriamo?

- per circa 3 settimane abbiamo viaggiato come sardine in bus a 30 posti, con una venatura di cira 30 cm sul cristallo anteriore (sicurezza?) e con momenti di panico a Pozzolo quando abbiamo realizzato che c’erano solo 3-4 posti a disposizione. L’autista a cui abbiamo chiesto spiegazioni ha risposto “Ci state o no? Questo pullman va benissimo”. Solo dopo numerose segnalazioni a Trenord la situazione sembra essere rientrata ma domando; esageriamo?

- probabilmente siamo molto sfortunati ma spesso viaggiamo al freddo perché il riscaldamento sul pullman non funziona. Domando: esageriamo?

Per quanto riguarda i 30 minuti di tolleranza (punto per il quale sono in attesa di una riposta da Trenord) vorrei sottolineare che stiamo parlando di un servizio sostitutivo di treni specifici e, se l’italiano non è un’opinione, devono per definizione sostituire in tutto e per tutto il treno a cui sono correlati! Non stiamo parlando di un servizio pullman Novi-Tortona e pertanto chi prende treni non correlati al bus sostitutivo o parte da Tortona deve pensare: se ci fosse ancora il treno? Avrebbe aspettato...

Infine una considerazione: noi siamo destinati a subire questo servizio per anni e speriamo solo di poter riaprire la più presto un dialogo per capire se la soluzione “tutto ferro” potrà finalmente essere presa seriamente in considerazione. Rispetto ad agosto, passiamo almeno 30 minuti (solo questa settimana i minuti sono stati in realtà almeno 45) in più sui mezzi per un totale di più di 4 ore giornaliere e questo ha un impatto sulla qualità della nostra vita che non penso di dover spiegare a nessuno.

Pertanto il servizio tutto sommato funziona (ma vedremo cosa succederà in caso di neve...) ma i problemi ci sono per cui… esageriamo?
26/11/2017
Giuseppina Tolino - novionline@novionline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe
Amaldi, il plauso del ministro
Amaldi, il plauso del ministro
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo
Virgo Fidelis
Virgo Fidelis