Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Rocchetta Ligure

A Rocchetta in mostra gli scatti di Ugo Pasini

Attrezzi e utensili di uso quotidiano legati al mondo contadino e rievocazione di mestieri ormai scomparsi. Sono questi i due fattori che legano l'una all'altra le fotografie di Ugo Pasini, che saranno esposte da sabato 15 luglio, per tutta l’estate, a palazzo Spinola di Rocchetta Ligure
ROCCHETTA LIGURE - Attrezzi e utensili di uso quotidiano legati al mondo contadino e rievocazione di mestieri ormai scomparsi. Sono questi i due fattori che legano l’una all’altra le fotografie di Ugo Pasini, che saranno esposte da sabato 15 luglio, per tutta l’estate, a palazzo Spinola di Rocchetta Ligure, nel mezzanino inferiore, sede del museo della Resistenza e vita sociale in vla Borbera.

Il museo possiede una sezione etnografica che conserve fotografie d’epoca alle quali si aggiungeranno gli scatti a colori di Pasini. La raccolta nasce negli anni ’80 quando l’autore fotografa gli oggetti esposti nel museo della Cultura Popolare e Contadina di Carrega Ligure, ascoltandone la storia e gli utilizzi dal signor Gino, responsabile del museo e memoria storica dei luoghi. Negli anni successivi altre raccolte private di amici, in val Curone e in val Boreca, gli offrono l’opportunità di arricchire la collezione.

"Quelle esposte non sono solo belle foto a colori e documenti storici, rivelano lo sguardo dell’autore sull’oggetto, il suo modo di impadronirsi dell’immagine e di cogliere ciò che rappresenta, di preparare attraverso l’inquadratura, la composizione, la luce, quell’unico scatto capace di trasmettere con l’espressività la sua grande passione - evidenziano dal museo di Rocchetta - Bellissime anche le sequenze fotografiche scattate nelle rare rievocazioni di mestieri ormai scomparsi, che ne documentano fasi e antichi modi di lavorazione manuale".

La fotografia è per il viguzzolese Ugo Pasini una passione nata in gioventù quando, ancora studente delle scuole medie inizia a guardarsi intorno e a catturare le immagini con una piccola e semplice macchina fotografica avuta in regalo. Dopo l’incontro col fotografo Cavalli di Tortona, inizia ad affinare sempre più la tecnica e a sperimentare, partecipa a concorsi e si aggiudica 35 premi e 7 segnalazioni.
14/07/2017
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
La notte del Classico
La notte del Classico
Il calendario della PasTas
Il calendario della PasTas
Gavazza, 65 anni di lavoro
Gavazza, 65 anni di lavoro
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe