Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Al festival Lavagnino serata dedicata a Umberto Eco

Penultimo appuntamento della 17° edizione del Festival Internazionale A.F. Lavagnino ''Musica e cinema'', dedicato al grande compositore di musica colta e per film, gaviese d'adozione, in concomitanza con il 30° anniversario della sua scomparsa, avvenuta proprio a Gavi nel 1987.
NOVI LIGURE - Penultimo appuntamento della 17° edizione del Festival Internazionale A.F. Lavagnino ''Musica e cinema'', dedicato al grande compositore di musica colta e per film, gaviese d'adozione, in concomitanza con il 30° anniversario della sua scomparsa, avvenuta proprio a Gavi nel 1987.

Giovedì 19 ottobre alle 21 il Festival farà tappa al Museo dei Campionissimi a Novi Ligure con un omaggio a Umberto Eco, dal titolo ''Il nome della rosa.. il nome di Umberto''.

«Si tratta di un evento molto importante, innanzitutto perché è organizzato con il consenso della famiglia dello scrittore alessandrino» spiega Luciano Girardengo, affermato musicista violoncellista novese, Premio Torre d’Oro 2005, promotore e direttore artistico della rassegna.

Durante la serata saranno presenti due artisti molto legati a Umberto Eco. Gianni Coscia, musicista jazz e fisarmonicista, suo amico di sempre, insieme all’Orchestra Classica di Alessandria, suonerà alcuni pezzi cari allo scrittore alessandrino, amante della musica “dolce”. Il pubblico presente potrà ascoltare una miscellanea di brani che vanno dalla musica barocca del 1700 fino ai giorni nostri, passando per gli anni ’30 con pezzi come “Pippo Pippo non lo sa” e “Parlami d’amore Mariù”. Moni Ovadia, attore e musicista di origine ebraica, reciterà passi di brani di Eco, alcuni tratti da scritti famosi come “Il nome della rosa”, altri inediti e privati. Ovadia riceverà inoltre il “Lavagnino teatro/musica award 2017”.

«Il 2017 per il Festival è l’anno degli anniversari» continua Girardengo «ne sono passati 30 dalla morte di Lavagnino, 50 da quella di Tenco e Totò e 1 da quella di Eco. Ci sembrava doveroso dedicare una serata proprio a questo artista in una rassegna che ritengo essere un contenitore di “cose” belle, specialmente in ambito musicale e cinematografico. La scelta della location per questa serata è ricaduta sul Museo dei Campionissimi proprio perché anche Eco è stato un campionissimo».

L’ultimo appuntamento del festival nel 2017 sarà sabato 21 ottobre alle ore 17 presso il Conservatorio ''N. Paganini'' di Genova, presso il quale il Lavagnino ha studiato.

«Siamo soddisfatti, il festival ha sempre un buon seguito» conclude Girardengo «Credo che il motivo principale siano le sue peculiarità. Al contrario di tanti altri festival questo è itinerante: ogni appuntamento propone argomenti diverse in location differenti, mantenendo come filo conduttore l’arte e la musica. Ogni serata è un evento nell’evento».

L’ingresso alla serata omaggio a Umberto Eco sarà a offerta libera per le iniziative benefiche del Rotary Club Gavi-Libarna sul territorio.
11/10/2017
Benedetta De Paolis - novionline@novionline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Gavazza, 65 anni di lavoro
Gavazza, 65 anni di lavoro
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe
Amaldi, il plauso del ministro
Amaldi, il plauso del ministro
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo