Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Alluvione 2014, entro il 20 marzo le domande di indennizzo per le aziende

Possono fare richiesta per i contributi esclusivamente le attività economiche che avevano segnalato i danni tramite la presentazione al Comune di Novi della cosiddetta "scheda C". In totale si tratta di 106 imprese che saranno contattate dai tecnici comunali. Contributi fino a 450 mila euro
NOVI LIGURE – Le aziende che hanno subito danni a causa delle alluvioni dell'autunno 2014 hanno tempo fino al 20 marzo per presentare la domanda per gli indennizzi. La Regione Piemonte ha approvato le modalità per la concessione dei contributi, pubblicate sul bollettino ufficiale dello scorso 9 febbraio. Possono fare richiesta per i contributi esclusivamente aziende, società e in genere attività economiche che avevano segnalato i danni tramite presentazione, presso il Comune di Novi, della cosiddetta scheda “C - Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive”. In totale, si tratta di 106 imprese che saranno contattate dai tecnici comunali.

I contributi saranno concessi, ad attività tuttora in corso, fino ad un massimo del 50 per cento per gli immobili danneggiati e fino a un massimo dell’80 per cento per macchinari, attrezzature e scorte alluvionate e sono finalizzati al ripristino strutturale e funzionale dell’immobile nel quale ha sede l’attività, al ripristino dei macchinari e delle attrezzature danneggiate e all’acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili a seguito dell’evento calamitoso. In ogni caso il contributo non potrà superare i 450 mila euro.

La domanda dovrà essere corredata obbligatoriamente al momento della presentazione della perizia asseverata da un professionista iscritto all’ordine professionale e i costi della stessa saranno a carico della ditta; necessaria anche una marca da bollo da 16 euro.
Le pertinenze, le aree e fondi esterni al fabbricato in cui ha sede l’attività economica, fabbricati in corso di costruzione, i fabbricati o porzioni realizzati in violazione delle disposizioni urbanistiche ed edilizie o non iscritti a catasto alla data dell’evento calamitoso, sono esclusi dal finanziamento.
17/02/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Top Crash, come funziona
Top Crash, come funziona
Stranovi, e siamo a 36
Stranovi, e siamo a 36
Maratona musicale al Casella
Maratona musicale al Casella
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Il Giro d'Italia arriva a Tortona. Trionfo di Gaviria
Tante sfide per i Cinghiali
Tante sfide per i Cinghiali
Mdp scende in campo
Mdp scende in campo
Diegomme, un gommista per amico
Diegomme, un gommista per amico