Novi Ligure

Foibe, un convegno per comprendere l'orrore

Novi Ligure ospita lo storico Claudio Vercelli: "Il termine 'infoibare' richiama la precisa volontÓ di occultare quel che viene buttato di sotto, dentro una fenditura della terra, una ferita che sembra fatta apposta per non rimarginarsi, celata allo sguardo, ma in qualche modo pulsante e dolente"
NOVI LIGURE – Si svolgeranno oggi, venerdì 9 febbraio, le iniziative organizzate dal Comune di Novi Ligure per commemorare il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. L’appuntamento è alle 9.30, presso la biblioteca di via Marconi 66, dove si terrà l’incontro: “Il lungo esodo. La guerra, il confine orientale e il destino degli italiani”.

Il commento sarà a cura di Claudio Vercelli, dell’Università Cattolica di Milano. «Se si vuole designare con una espressione il fenomeno in quanto tale di cui andiamo parlando – ha scritto Vercelli in un suo saggio – è forse meglio rifarsi al verbo “infoibare” che indica il gettare, intenzionalmente, qualcosa o qualcuno all’interno delle foibe. Soprattutto richiama la precisa volontà di occultare quel che viene buttato di sotto, dentro una fenditura della terra, una ferita che sembra fatta apposta per non rimarginarsi, celata allo sguardo, ma in qualche modo pulsante e dolente».

A seguire, alle 11.00 in piazza Pascoli, dinnanzi alla stele in memoria delle vittime delle foibe, ci sarà la cerimonia di commemorazione.
9/02/2018
Elio Defrani - e.defrani@ilnovese.info