Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Gavazzana

GavazzanaBlues, il ritorno del blues boy No Socha

Atteso e gradito ritorno nelle cantine di casa Sterpi a Gavazzana: il chitarrista e armonicista di Brooklyn terr un concerto per il GavazzanaBlues
GAVAZZANA - Atteso e gradito ritorno nelle cantine di casa Sterpi a Gavazzana: il chitarrista Noé Socha tornerà a esibirsi per GavazzanaBlues lunedì 12 marzo, a partire dalle ore 21.30.

Noé Socha è una chitarrista e armonicista di Brooklyn, originario della piccola città di Carpi, in Italia, è influenzato da artisti folk come Bob Dylan e Neil Young, musicisti del blues del Delta del Mississippi come John Hurt, Muddy Waters e Lightnin Hopkins e Hendrix. Noé ha creato il suo sound personale, abbinando la tecnica della chitarra ardente con l'armonica virtuosa.
Dopo aver vinto numerosi premi al Berklee College of Music incluso il "Jimi Hendrix Award" per il chitarrista principale del college e la "Billboard Magazine Endowed Scholarship" presentata al miglior studente del college, Noé ha avuto il grande onore di suonare e registrare con artisti come Nona Hendrix (Labelle), Vernon Reid (Living Colour) e GRAMMY Award-Winners, Javier Limón e Paula Cole.
Attualmente, Noé è impeganto in concerti, registrazioni e tournée con Likho Duo. Hanno pubblicato il loro primo album, Blues and the World Beyond, nell'agosto del 2017.

Nel 2009 Socha aveva preso parte al primo concerto del GavazzanaBlues

Ingresso libero riservato ai soci.
10/03/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Antonella ti amo
Antonella ti amo
Pernigotti, vertice al Mise
Pernigotti, vertice al Mise
Incendio al passo della Bocchetta
Incendio al passo della Bocchetta
Di corsa per Pernigotti e Iperdì
Di corsa per Pernigotti e Iperdì
Sabbione presenta il Ventotto
Sabbione presenta il Ventotto
Incendio alla Merella
Incendio alla Merella
Pernigotti, Natale con il vescovo
Pernigotti, Natale con il vescovo