Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Giornata del Banco Farmaceutico: sono oltre 4mila i farmaci raccolti

Paolo Coppo, responsabile del Banco Farmaceutico “quello che colpisce sempre è il fatto che ognuno doni una parte di sé per la condivisione con l’altro”
PROVINCIA – Sabato scorso, nella farmacie italiane aderenti a Federfarma, si è svolta la giornata del Banco Farmaceutico che ha coinvolto anche 43 farmacie della provincia. In totale sono stati raccolti 4248 farmaci (1902 ad Alessandria, 609 a Tortona, 599 a Novi Ligure, 359 ad Acqui Terme, 779 a Casale Monferrato e paesi). Rispetto allo scorso anno vi erano tre farmacie in meno, ma c’è stato un lieve incremento dei farmaci raccolti (erano 4190 l'anno scorso).

“Questo è sicuramente un ottimo risultato – afferma Paolo Coppo, responsabile del Banco Farmaceutico della nostra provincia – ottenuto grazie alla disponibilità dei farmacisti e dei volontari che hanno aiutato per la buona riuscita del gesto e ai tanti donatori che sono entrati in farmacia durante la giornata. Quello che colpisce sempre è il fatto che ognuno doni una parte di sé per la condivisione con l’altro”. Viva soddisfazione esprime anche il presidente di Federfarma Alessandria Luca Zerba Pagella: “è significativo che molte farmacie abbiano unito al servizio abituale ai cittadini insito nella propria professione anche la disponibilità a creare occasioni e strumenti per andare incontro alle necessità di persone ancor più svantaggiate dalla criticità del periodo che stiamo attraversando”.
17/02/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
I ragazzi di Pozzolo contro il bullismo
Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
La notte del Classico
La notte del Classico
Il calendario della PasTas
Il calendario della PasTas
Gavazza, 65 anni di lavoro
Gavazza, 65 anni di lavoro
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe