Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Guardare lontano, vedere vicino: con il Fai un weekend alla scoperta dei castelli

I castelli di Novi, Pasturana e Tassarolo, l'antico borgo di Retorto a Predosa, il complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo, il maniero di Morsasco e quello di Mornese. Sono alcuni dei luoghi che saranno aperti in provincia di Alessandria nel weekend del 25 e 26 marzo grazie al Fondo ambiente italiano
NOVI LIGURE – I castelli di Novi, Pasturana e Tassarolo, l’antico borgo di Retorto a Predosa, il complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo, il maniero di Morsasco e quello di Mornese. Sono alcuni dei luoghi che saranno aperti in provincia di Alessandria nel weekend del 25 e 26 marzo grazie al Fai, il Fondo ambiente italiano. Le “Giornate di primavera” del Fai rappresentano un appuntamento che si ripete ormai da 25 anni e che anima centinaia di luoghi in tutta Italia: quello del 2017 sarà quindi un compleanno importante per l’evento che è diventato una festa della cultura e del paesaggio.

Per l’occasione a Novi Ligure sarà possibile approfondire la conoscenza del parco del castello, della torre medievale e dei sotterranei, mentre a Tassarolo [nella foto in alto] e Pasturana si potrà visitare il giardino e alcuni ambienti dei castelli Spinola e Spinola-Gavotti (visite guidate dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00).

“Guardare lontano, vedere vicino” è il filo rosso che lega i tre luoghi dell’itinerario pensato dal gruppo novese del Fai. I tre castelli sono custodi di storia, arte e curiosità e, al tempo stesso, aprono lo sguardo al territorio che li circonda. Il paesaggio visto dal loggiato del castello di Tassarolo, i luoghi della battaglia combattuta alla fine del Settecento ai piedi dell’abitato di Pasturana e l’ampia visuale che si può godere dal parco e dalla torre di Novi, verranno raccontati ai partecipanti dagli “Apprendisti Ciceroni” delle scuole superiori novesi (istituto Ciampini-Boccardo e liceo Amaldi che accompagneranno i visitatori insieme a studenti universitari e giovani volontari.
Grazie alla collaborazione con le proloco, le due giornate saranno anche un’occasione per conoscere meglio il territorio. A Pasturana i visitatori potranno raggiungere il castello attraverso un percorso pedonale nel borgo antico. A Tassarolo resteranno aperte ai visitatori le due chiese poste sulla piazza del paese.

Sempre sabato 25 e domenica 26, dalle 10.00 alle 18.00, sarà possibile visitare l’antico borgo di Retorto (Predosa), grazie ai volontari del gruppo Fai “Fiumi della bassa valle” e alla ricostruzione storica di usi e costumi del villaggio in epoca secentesca a cura della Compagnia della Picca e del Moschetto. Il borgo di Retorto [foto a lato] sorge sulle rive del fiume Orba. Costituito da un agglomerato chiuso, è composto da una corte signorile centrale, con palazzo, chiesa e parco, a cui sono state aggregate, nel corso dei secoli, quattro corti rustiche. Retorto era un “microcosmo” chiuso in sé per proteggersi dai pericoli, ma vivo, completo e autosufficiente al proprio interno. Anche qui sarà possibile vedere all’opera gli Apprendisti Ciceroni della scuole “De Amicis” e “Moro” di Predosa.

Passando all’ovadese, a Mornese il locale gruppo Fai ha deciso di accompagnare i partecipanti in un tour che parte dal castello Doria e dalla sua parte più affascinante e antica, quella del ricetto, per giungere fino alla torretta panoramica, ove si narra che una principessa venne rinchiusa dopo un incantesimo della terribile strega Griscin e poi liberata dal forzuto Sciancaferu. La visita comprenderà anche la chiesa di San Silvestro, che sorge sulle fondamenta dell’antico “castellazzo” medievale, di cui oggi rimangono solo i sotterranei ospitanti una mostra di presepi. Sarà inoltre allestita una mostra fotografica di Roberto Corradino. Orario: dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

A Morsasco il gruppo Fai “Colline dell’Orba” con la collaborazione degli Apprendisti Ciceroni del liceo Pascal di Ovada organizza visite al castello del paese (dalle 10.00 alle 18.00). Il maniero, posto in posizione dominante sulla val Bormida, si erge maestoso sulle case dell’antico ricetto a cui si accede passando attraverso un’alta porta, ricavata alla base della torre campanaria che presenta ancora le tracce del ponte levatoio. Il castello, già esistente nel 13esimo secolo, appartenne ai Del Bosco, ai Malaspina, ai Lodron, ai Gonzaga, ai Centurione Scotto e ai Pallavicino. Nel corso dei secoli ha perso le caratteristiche militari dei primordi, e si presenta, oggi, come una dimora signorile dai grandi saloni e dalle piacevoli sale, frutto dell’ampliamento settecentesco.

Non ha di certo bisogno di presentazioni il complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo, che sarà aperto dalle 10.00 alle 18.00 e che offrirà ai visitatori la possibilità di scoprirne la bellezza attraverso una visita guidata all’interno del convento e della chiesa.

Sempre in provincia saranno aperti anche il castello Lajone e la ghiacciaia Olivazzi a Quattordio, la chiesa di Santo Stefano e la torre dell’Orologio a Castellazzo Bormida, la polvieriera della Cittadella di Alessandria, l’ex cotonificio Dellepiane a Tortona, la Furnasetta, palazzo Gozzani, palazzo Leardi e palazzo dei Marchesi a Casale Monferrato, le chiese di Santa Maria e San Giovanni Battista a Sale, la torre medievale e il museo di Masio.
16/03/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Quando a Novi arriv? il mare
Quando a Novi arriv? il mare
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 727: da Pieve di San Giovanni al Santuario di Crea
Sentiero 727: da Pieve di San Giovanni al Santuario di Crea
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 607: la strada di Napoleone nella zona di Valenza
Sentiero 607: la strada di Napoleone nella zona di Valenza
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Tortona sabato 23 settembre
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Tortona sabato 23 settembre