Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serravalle Scrivia

Il Giro dell'Appennino ritrova il passo della Bocchetta

La 79esima edizione della corsa ritorna sulla salita-simbolo che segna il confine tra alessandrino e genovese. Quasi duecento i chilometri da percorrere, con uno strappo a Fraconalto che potrebbe fare selezione. Ritrovo all'Outlet di Serravalle, partenza davanti allo stabilimento Novi Elah Dufour. Tutti gli orari dei passaggi
SERRAVALLE SCRIVIA – Il Giro dell’Appennino ritorna a casa e farà felici gli appassionati di ciclismo con il mitico transito al passo della Bocchetta. Il Giro dell’Appennino, giunto alla 79esima edizione, domenica 22 aprile regalerà ai tifosi l’accoppiata tra la storica salita e lo straordinario arrivo in via XX Settembre a Genova dopo quasi 200 chilometri di corsa.

Il ritrovo per la partenza sarà a Serravalle Scrivia, davanti all’Outlet, mentre il via ufficiale sarà dato davanti allo stabilimento della Novi Elah Dufour, sponsor ormai storico del Giro dell’Appennino. Una corsa che, come ricorda Ivano Carrozzino, presidente della società organizzatrice Pontedecimo Ciclismo «si svolge ininterrottamente dal 1934 e detiene il record ligure di longevità per manifestazioni sportive professionistiche con ricorrenza annuale».

Come auspicato da molti appassionati di ciclismo ritornerà la Bocchetta e sarà affrontata dal versante di Campomorone, dove Gilberto Simoni nel 2003 stabilì il suo record di 21’ e 54” tuttora imbattuto. Bocchetta che, insieme alle altre tradizionali salite, assegnerà punti decisivi per la classifica del Gran Premio della Montagna quest’anno dedicato alla memoria di Michele Scarponi (investito e ucciso l’anno scorso), che fu secondo sulla Bocchetta e sulla Castagnola, primo sui Giovi e sesto all’arrivo del Giro dell’Appennino del 2012.

Saranno sette i Gran Premi della Montagna, così come i traguardi volanti. E spettacolo nello spettacolo al secondo passaggio la salita della Castagnola sarà allungata fino allo scollinamento di Fraconalto: un ulteriore inasprimento che potrebbe risultare decisivo per l’esito della gara.

La cronotabella prevede il ritrovo all’Outlet alle 11.00 e la partenza effettiva davanti allo stabilimento Novi Elah Dufour alle 11.15. Passaggio a Novi in via Pietro Isola alle 11.19 e a Bosco Marengo tra le 11.35 e le 11.37. Dopo il transito a Casalcermelli, passaggio a Predosa (11.54-11.59), poi a Capriata d’Orba (11.57-12.01), Basaluzzo (12.01-12.05), di nuovo Novi (viale Romita, 12.08-12.13), Pasturana (12.12-12.18), Francavilla Bisio (12.16-12.23), Gavi (12.29-12.37), Carrosio (12.36-12.44), Voltaggio (12.43-12.52) e passo della Castagnola (12.49-12.59). Poi la carovana si trasferirà in provincia di Genova e ritornerà nell’alessandrino con il transito al passo della Bocchetta (14.26-14.46), Voltaggio (14.40-15.01) e Fraconalto (14.48-15.09). Da qui poi discesa finale verso il traguardo fissato nella centralissima via XX Settembre a Genova.
16/04/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, la difesa di Muliere
Pernigotti, la difesa di Muliere
"Orde di locuste"
"Orde di locuste"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Cantina produttori del Gavi
Cantina produttori del Gavi
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Una lotta che non si ferma
Una lotta che non si ferma