Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cassano Spinola

Serravalle e Novi piangono le due vittime dello schianto

Giuseppe Fraterrigo abitava a Serravalle Scrivia ed era molto conosciuto perché impegnato nella gestione del ristorante Franco & Ciccio, situato alla periferia di Novi Ligure. Anche il fratello Dino è attivo nel settore della ristorazione con una osteria
CASSANO SPINOLA – Sono morti sul colpo Giuseppe Fraterrigo e Andrea Ursino, nel tragico incidente stradale avvenuto ieri poco prima delle 6 del mattino. La loro auto, una Mercedes Classe A, si è cappottata lungo la strada 35 dei Giovi, tra Cassano Spinola e Villalvernia, all’altezza della località Guacciorna. Con loro viaggiava anche l’albanese Saimir Picari (35 anni, di Serravalle Scrivia), trasportato in codice rosso all’ospedale di Novi Ligure.

Fraterrigo, 44 anni, abitava a Serravalle ed era molto conosciuto perché impegnato nella gestione del ristorante Franco & Ciccio (situato alla periferia di Novi Ligure), di cui è titolare la madre Iana Sciurba. Fraterrigo lascia un figlio adolescente e due fratelli: Luigi e Gerlando, per tutti Dino, a sua volta attivo nel settore della ristorazione con l’osteria Pesca e Mangia, in via Berthoud a Serravalle.

Andrea Ursino, 62 anni, di Catania, era un amico della famiglia Fraterrigo da lunga data, tanto da essere soprannominato “Zio”. Probabilmente i tre erano partiti presto per un viaggio di lavoro e forse a causa di un colpo di sonno del conducente l’auto ha sbandato ed è finita contro un terrapieno a bordo strada, rovesciandosi su se stessa. La Mercedes, appartenente a una quarta persona, è andata completamente distrutta, tanto che è ancora da appurare chi fosse al volante. Alcuni automobilisti di passaggio hanno dato immediatamente l’allarme e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e i sanitari del 118. Mentre i pompieri estraevano i corpi ormai senza vita di Giuseppe Fraterrigo e Andrea Ursino, il personale medico ha prestato le prime cure a Saimir Picari, l’unico sopravvissuto.
La data delle esequie non è ancora stata fissata: si attende il nulla osta da parte della magistratura.
17/10/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Distilleria aperta
Distilleria aperta
Love date, amore e web
Love date, amore e web
La protesta dei 101
La protesta dei 101
Sull'orlo del baratro
Sull'orlo del baratro
Caduti, ricordato Paladini
Caduti, ricordato Paladini