Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Festa della Liberazione: il programma di cerimonie e mostre

Deposizione della corona di alloro, messa, commemorazione e orazione ufficiale di Pier Maria Ferrando a Novi Ligure per celebrare il 74° anniversario della Liberazione. A Pertuso di Cantalupo Ligure cerimonia presso la stele della Divisione Pinan-Cichero
SOCIETÀ - Cominceranno nel piazzale Divisione Acqui a Novi Ligure le celebrazioni per il 74esimo anniversario della Liberazione: alle 9.30 di giovedì 25 aprile, sarà deposta una corona presso il monumento dedicato ai Caduti di Cefalonia, realizzato dal novese Giuseppe Ansaldi. Poi ci si sposterà in piazza Pascoli, per la messa al campo (ore 10.00; in caso di maltempo si terrà alla chiesa di Sant’Antonio), al termine della quale si terrà la commemorazione affidata al sindaco Rocchino Muliere, al presidente dell’Anpi Gianni Malfettani e al partigiano Franco Barella. L’orazione ufficiale sarà tenuta da Pier Maria Ferrando, figlio di Aurelio, il comandante “Scrivia”. Saranno deposte corone in piazza XX Settembre a ricordo del sacrificio del partigiano Max e presso la scuola Boccardo per i caduti della Tuara. Alla cerimonia parteciperà anche la banda Marenco.

Sempre giovedì 25, ma alle 16.00, a Pertuso di Cantalupo sarà deposta una corona presso la stele della Divisione Pinan-Cichero. Appuntamento in val Borbera anche sabato 27 aprile, con una rievocazione storica a Carrega Ligure in ricordo degli aviolanci degli Alleati. Alla sera, presso la frazione Connio, festa con musiche tradizionali e swing.
Il giorno dopo, domenica 28 aprile alle 10.00, a Rocchetta Ligure presso Palazzo Spinola, laboratori didattici rivolti ai ragazzi. Segue la cerimonia in ricordo della missione Pee Dee con la partecipazione delle autorità americane.

Lunedì 29 aprile alle 10.30 si torna alla scuola Boccardo di via Ferrando Scrivia per la commemorazione dei caduti alla Tuara, con il sindaco Muliere, il preside Filippo Pelizza e Malfettani. Interverrà anche Mariano Santaniello, presidente dell’Isral. Al termine della commemorazione gli alunni proporranno delle letture tratte da “Ma, fu solo un attimo”, il libro di Barella.
Tra gli eventi collaterali, due mostre: fino al 4 maggio l’androne di Palazzo Dellepiane ospiterà “La bicicletta nella Resistenza”, mentre fino al 12 maggio in biblioteca ci sarà una esposizione bibliografica sul tema della Resistenza.
25/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà