Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Al Giacometti l'inedito Misantropo di Malosti

Un lucido saggio sul desiderio e l'impossibilità di esaudirlo, sul conflitto tra uomo e donna, uomo e società, uomo e cosmo. Dopo il successo della rilettura de La scuola delle mogli, Valter Malosti torna ad affrontare Molière e lo fa proponendo al pubblico un Misantropo del tutto inedito. L'attore e regista sarà in scena al teatro Paolo Giacometti di Novi Ligure
NOVI LIGURE -  Un lucido saggio sul desiderio e l'impossibilità di esaudirlo, sul conflitto tra uomo e donna, uomo e società, uomo e cosmo. Dopo il successo della rilettura de La scuola delle mogli, Valter Malosti torna ad affrontare Molière, e lo fa proponendo al pubblico un Misantropo del tutto inedito. L'attore e regista sarà in scena mercoledì 12 dicembre al teatro Paolo Giacometti di Novi Ligure con una produzione Tpe-Teatro Carcano-Luganoinscena.

L'Alceste di Malosti è un filosofo, un nero buffone, un folle estremista del pensiero, che assume in sé anche le risonanze più intime e strazianti del dramma molieriano, senza rinunciare alla sottile linea comica, al fuoco farsesco che innerva il protagonista. Accanto a lui, nella parte di un'inedita Célimène, Anna Della Rosa, una fra le attrici più talentuose della sua generazione, ammirata anche al cinema nel film premio Oscar La grande bellezza di Paolo Sorrentino, insieme a un cast di altissimo livello: Sara Bertelà, Edoardo Ribatto, Roberta Lanave, Paolo Giangrasso, tra gli altri. Poiché Il Misantropo è anche testo di grande coralità, che si riscrive in scena con gli attori e che dunque richiede attori di grande finezza, anche per far risaltare i chiaroscuri della scrittura molieriana.

Nel costruire insieme al regista la lingua di questo nuovo Misantropo, il giovane autore Fabrizio Sinisi si confronta con alcuni grandi autori del Novecento, soprattutto Thomas Bernhard. Il testo classico viene qui messo a reazione con un altro grande capolavoro molieriano: quel Don Giovanni di cui il Misantropo diventa la tavola rovesciata e complementare, l'immaginario prologo della dissoluzione. Alceste e Don Giovanni diventano i due volti di una lotta totale e disperata contro l'ipocrisia e il compromesso su cui è costruita la civiltà.

Realizzata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e con Acos spa in qualità di sponsor ufficiale, la stagione teatrale del Giacometti prevede condizioni favorevoli per scegliere tra due tipi di abbonamento, uno da quattro e l'altro da sette spettacoli. Le tariffe restano invariate rispetto alle precedenti stagioni. Confermata la novità dell’edizione precedente riguardante la tipologia “abbonamento junior”: sette spettacoli alla tariffa di euro 30, per gli studenti possessori della Carta “Io studio”.

L'inizio dello spettacolo è alle ore 21.00, la biglietteria del teatro apre alle 19.30.
Per informazioni e prevendita biglietti: biblioteca civica (via Marconi, 66-tel. 0143 76246/ biglietteria.teatro@comune.noviligure.al.it) e pagina fb (Teatro Paolo Giacometti). La prevendita sarà nei giorni: martedì e venerdì 9.30/12.30-15.00/18.30; sabato 10.00/12.30.

[Foto di Tommaso Le Pera]
4/12/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, la difesa di Muliere
Pernigotti, la difesa di Muliere
"Orde di locuste"
"Orde di locuste"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Cantina produttori del Gavi
Cantina produttori del Gavi
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Una lotta che non si ferma
Una lotta che non si ferma