Gavi

Salvati i dipinti del Santuario, tornano alla Guardia dopo il restauro

Presentato al santuario della Guardia di Gavi il restauro di due importanti dipinti: la "Assunta" e la "Sacra conversazione: Maria, Giuseppe e Gesł con Anna e Gioacchino"
GAVI – Sabato 14 luglio, dopo la celebrazione della messa al santuario della Madonna della Guardia di Gavi, la professoressa Giannina Bisio ha dato il benvenuto a tutti i coloro che hanno accettato l’invito alla presentazione del restauro di due importanti dipinti quali “Assunta” e “Sacra conversazione: Maria, Giuseppe e Gesù con Anna e Gioacchino”, con un primo saluto da parte del rettore, padre Luciano Bosia.

I dipinti presentati al pubblico dopo il restauro hanno un’importanza sul piano artistico come opere del diciassettesimo secolo, di ambito genovese ed è stata notevole la qualità del lavoro dei restauratori Gabbantichità di Tortona che hanno lavorato sotto la direzione del funzionario della Soprintendenza di zona Mario Epifani. Per i presenti in chiesa è stato utile l’intervento di Donatella Gabba e Paola Contardi che hanno relazionato nel dettaglio circa le fasi di recupero dei due quadri.

Fondamentale per il recupero delle due opere è stata l’iniziativa della Fondazione Padre Rossi di Gavi con il contributo economico della Fondazione Crt di Torino. Durante la presentazione, vi sono stati alcuni momenti di musica e canto con la partecipazione della soprano Anna Maria Bello, accompagnata dal maestro Alessandro Sonvico al pianoforte nell’esecuzione di brani come “Ave Maria” di Camille Saint-San e “O Mio Signor” di Haendel; ancora con l’esecuzione di “Ave Maria” di Giuseppe Verdi e “La Vergine degli Angeli” da “La Forza del Destino”.
17/07/2017
Giampaolo Pepe - novionline@novionline.net