Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Gavi

Gavi, il Forte mette in scatola la storia della comunicazione

Una selezione di scatole in latta per biscotti, dolci e caramelle risalenti al 1900, per illustrare come i messaggi pubblicitari si siano evoluti con il passare del tempo. Per un mese il forte di Gavi diventerà la capitale delle scatole di latta. E intanto si pensa a un logo per promuovere l'antica fortezza
GAVI – Una selezione di scatole in latta per biscotti, dolci e caramelle risalenti al 1900, per illustrare come i messaggi pubblicitari si siano evoluti con il passare del tempo. A partire dall’8 dicembre il forte di Gavi diventerà per un mese la capitale delle scatole di latta, grazie a una mostra che sarà allestita nella ex cappella del “basso forte” e che sarà inaugurata proprio venerdì alle 11.00. Per la direttrice Annamaria Aimone sarà anche l’occasione per presentare il bando di concorso realizzato in sinergia tra il Polo museale del Piemonte e il Politecnico di Torino, per l’elaborazione del logo del forte.

Un elemento niente affatto banale, visto che oggi il successo di un locale, di un’azienda o – perché no? – di un museo dipende anche dall’appropriatezza del suo logo (Bard docet: il simbolo del forte valdostano è oggetto di un merchandising che comprende magliette, cappelli, tazze, quaderni, matite, penne e chissà quanto altro). Il lancio del bando per il nuovo logo servirà anche per una riflessione sulla comunicazione con le lectio magistralis di Titti Garelli e Nadia Berta, in un ambiente suggestivo, riempito di fascino dalla presenza del musicista Paolo Lova, che proporrà virelai, danze, ballate e madrigali ispirati al ruolo della donna nel medioevo.

Oltre alle collezioni private (di Moralba Focone ed Ennio Morgavi) si potrà ammirare l’ambientazione ricreata di un antico caffè, a cura di Anna Rosa Nicola. Un viaggio nel Piemonte attraverso il ricordo, l’illustrazione e la musica. Il progetto “Scatole di latta” è curato da Vittoria Pompò e da Antonella Pinna. La mostra rimarrà aperta fino al 6 gennaio e si svolge in collaborazione con il Distretto del Novese (all’inaugurazione porterà i saluti Barbara Gramolotti), la pro loco di Gavi e le associazioni Amici del forte, Esercenti gaviesi e Amici dell’arte.

Foto: Distretto del Novese, Alexala.
3/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Maddalena in video
La Maddalena in video
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Maddalena, visita virtuale
Maddalena, visita virtuale
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!