Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

"Il mondo classico? Una miniera da preservare", parola di Caccia e Scotto

I due studiosi di Novi Ligure sono stati ospiti del convegno annuale di antichistica, organizzato dalla rivista Senecio a Pisa. Caccia ha illustrato un percorso sul tema del sogno nella letteratura greca, mentre Scotto ha tenuto un intervento su viaggi e mezzi di trasporto dall'epoca romana agli albori dell'età industriale
PISA – Anche due studiosi novesi hanno partecipato la scorsa settimana al convegno annuale di antichistica, organizzato dalla rivista Senecio alla Gipsoteca di Arte Antica di Pisa. Si tratta di Gianni Caccia, docente di lettere al liceo Amaldi di Novi Ligure, e di Andrea Scotto, ingegnere con la passione per la ricerca storica, già presidente dell’associazione Amici del Forte di Gavi. Entrambi collaborano con la rivista e hanno un ruolo di primo piano nell’attività: i due hanno infatti organizzato la prima e la terza edizione del convegno, svoltesi rispettivamente nel 2014 a Gavi e nel 2016 a Novi.

Quest’anno il convegno, dedicato come i precedenti a Emilio Piccolo, fondatore della rivista precocemente scomparso, ha avuto come titolo “Circumnavigando l’antichità” e ha proposto percorsi tra realtà e immaginario concernenti il mondo classico. A questo appuntamento, giunto ormai alla quarta edizione, Gianni Caccia ha illustrato un percorso sul tema del sogno nella letteratura greca, dai poemi omerici ad Artemidoro di Daldi, autore molti secoli prima di Freud di un’opera intitolata “L’interpretazione dei sogni”.

Andrea Scotto ha tenuto un intervento su viaggi, mezzi di trasporto e percezione dello spazio dall’epoca romana agli albori dell’età industriale. Nel convegno, i cui atti saranno pubblicati sul sito della rivista, i due relatori novesi si sono potuti proficuamente confrontare con studiosi di ambito accademico e aspetti non sempre noti del mondo classico, a riprova di come l’antico sia una miniera inesauribile, da preservare a salvaguardia delle nostre radici e della nostra civiltà.
11/10/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Il gioiello di Cerreto
Il gioiello di Cerreto
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Gavazza, 65 anni di lavoro
Gavazza, 65 anni di lavoro
Bike Passion
Bike Passion
Villalvernia ricorda le bombe
Villalvernia ricorda le bombe
Amaldi, il plauso del ministro
Amaldi, il plauso del ministro
Enzo Paci a SettimoCielo
Enzo Paci a SettimoCielo