Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Tesori d'arte alla portata di tutti: alla Maddalena la visita diventa virtuale

La Confraternita della Maddalena di Novi Ligure ha inaugurato le visite guidate virtuali: basta uno smartphone per scoprire storia e gioielli artistici della chiesa, anche quando è chiusa. A prestare volto e voce alla campagna il priore Mario Ristagno
NOVI LIGURE – La Maddalena di Novi Ligure è il primo edificio storico della zona a utilizzare le nuove tecnologie virtuali per guidare i visitatori alla scoperta dei suoi tesori d’arte. Ieri infatti è stato inaugurato un nuovo modo di visitare la Basilica: attraverso il sistema QrCode chiunque potrà compiere un viaggio virtuale all’interno dell’Oratorio, in qualsiasi momento.

Basterà inquadrare con il proprio smartphone il simbolo collocato sulla nuova targa posta all’esterno dell’edificio per vedere aprirsi davanti a sé il portone della chiesa e visitare, virtualmente, uno dei gioielli più preziosi del territorio, accompagnati da un narratore d’eccezione (anche in lingua inglese).

A presentare l’iniziativa è stato il priore della Confraternita della Maddalena Mario Ristagno. «Le nuove tecnologie ci offrono una preziosa opportunità per far conoscere i tesori artistici della Basilica, per attrarre nuovi visitatori e per diffondere il messaggio cristiano di cui siamo portatori», ha detto Ristagno. «I social network sono uno strumento da usare con attenzione, spesso vengono utilizzati in maniera distorta – ha commentato il priore – Per questo è importante affidarsi a chi li sa gestire in maniera costruttiva e propositiva».
Da qualche tempo, la Confraternita infatti è presente sia su Facebook che su Instagram, «ed è innegabile che la partecipazione dei novesi (e non solo) alle nostre iniziative è sensibilmente aumentata», ha detto Ristagno.

A curare la realizzazione del QrCode è stata l’agenzia di comunicazione Danibel, altra realtà novese. I suoi esperti hanno curato la realizzazione di un filmato in grado di descrivere nei particolari i gioielli storici e artistici della Basilica. «Si è trattato di una bella sfida – ha commentato l’amministratore delegato Claudio Chirivì – Per girare il video e riprendere il grandioso complesso ligneo del Calvario, ad esempio, abbiamo fatto volare un drone all’interno della chiesa. Fondamentale è stato l’aiuto di Mario Ristagno, che ha prestato la propria voce e il proprio volto alla causa». Riprese e montaggio sono stati curati da Marco Cermelli, con la collaborazione di Marco Romeo per l'utilizzo del drone.

Il funzionamento del QrCode è semplice: con i telefonini più recenti basta inquadrare il codice con la fotocamera del proprio smartphone per far partire la riproduzione del video; gli altri hanno bisogno di una delle tante applicazioni per la lettura di codici a barre che si trovano gratuitamente disponibili in rete.
Tra i primi a provare il funzionamento del sistema, il sindaco Rocchino Muliere e l’assessore alla Cultura Cecilia Bergaglio: «Ogni iniziativa di valorizzazione di Novi e dei suoi monumenti non può che farci piacere – ha detto il primo cittadino – Ci riempie d’orgoglio sapere che sempre più persone arrivano anche da molto lontano per ammirare questa Basilica che è uno dei fiori all’occhiello della nostra comunità».
18/07/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, la difesa di Muliere
Pernigotti, la difesa di Muliere
"Orde di locuste"
"Orde di locuste"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Cantina produttori del Gavi
Cantina produttori del Gavi
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Una lotta che non si ferma
Una lotta che non si ferma