Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Un palazzo per le api: viaggio emozionale tra le colline delle dolci terre

E' il "Palazzo delle api" di Adrien Missika l'ultima opera d'arte entrata a far parte della collezione a cielo aperto che la fondazione La Raia, creata da Irene Crocco e Giorgio Rossi Cairo e diretta da Ilaria Bonacossa, ha voluto creare tra le colline del Gavi
NOVI LIGURE – In un tiepido giorno di primavera metti l’opera di un giovane artista di grande sensibilità, quindi la visione di una famiglia di mecenati, aggiungi il buon vino e condisci con una vista mozzafiato sulle colline tra Novi e Gavi e quello che resta sarà una di quelle giornate difficili da dimenticare.
L’Artista è Adrien Missika, giovane ma già affermato artista concettuale, il mecenatismo è opera della Fondazione della famiglia Rossi Cairo, i vini sono quelli prodotti dall’azienda agricola biodinamica La Raia, e la vista è da una delle cascine dell’azienda a 360 gradi sulle dolci colline di Novi e sulle acque del lago La Raia.

Siamo invitati all’inaugurazione di un’installazione permanente di arte contemporanea; mentre si risale il declivio che porta alla cantina aziendale l’effluvio delle rose a guardia dei filari di Cortese, trasforma la fatica (lieve in verità) della salita nell’inizio di un‘ascensione verso una domenica di piaceri intellettuali e sensoriali.

L’ingresso alla cantina è una sorta di pronao ingentilito dalla presenza di premurose addette all’accoglienza che al visitatore accaldato offrono il ristoro di acqua, succhi di frutta freschi e materiali informativi, ma è l’accesso al sancta sanctorum che desta meraviglia. Una sala immensa ai cui lati come colonne di un tempio si ergono rutilanti botti d’acciaio per la conservazione refrigerata dei preziosi bianchi che qui vengono vinificati. Al centro della sala, centinaia ospiti provenienti da mezza Italia assistono alla presentazione dell’opera “Il palazzo delle api”. Una sorta di piramide azteca rovesciata realizzata in pietra di luserna e conficcata nel terreno ai bordi delle acque del lago. I richiami concettuali all’opera di Piero Manzoni e il suo parallelepipedo di ferro “socle du monde” - base del mondo - cosi come al monolito inquietante di “2001 odissea nello spazio” sono d’obbligo.

Ma il confronto con le suggestioni e le provocazioni dell’arte concettuale novecentesca finiscono qui. Adrien Missika, giovane artista nato a Parigi nel 1981 i cui lavori hanno avuto vasta eco a New York Parigi, Mosca, Seoul, con la sua piramide rovesciata rivela una poetica “funzionalista” commovente. Su ogni bordo dei gradoni della sua piramide, Missika ha praticato migliaia di fori di diametro variabile pensati come rifugio per api, vespe, bombi, insetti impollinatori e non solo. Gli insetti impollinatori minacciati dai pesticidi e dall’eccessiva antropizzazione, sono in forte calo. È stato calcolato che la loro scomparsa porterebbe all’estinzione dell’80% delle coltivazioni europee e il 78% dei fiori, un danno ambientale ed economico catastrofico.

La Raia con i suoi 180 ettari coltivati biodinamicamente senza l’uso di pesticidi, costituisce un’oasi accogliente per quegli animaletti bistrattati ma essenziali per l’equilibrio dell’ecosistema.
Sul bordo del lago dove è posizionata la piramide, gli invitati all’inaugurazione dell’opera ne subiscono l’attrazione magnetica. Non si resiste alla tentazione di toccarla, saggiare la consistenza della pietra, imperversano i selfie con la piramide sullo sfondo. In tutti la consapevolezza di stare assistendo all’inaugurazione di un’opera d’arte che scatena emozioni e riflessioni profonde in cui messaggi, ambientali, politici, sociali ed estetici si incrociano e parlano proprio come ci si attenderebbe da un’opera d’arte. La sesta dell’azienda agricola la Raia: un museo a cielo aperto tra le colline tra Novi e Gavi che già ospita le installazioni permanenti di Remo Salvadori, Michael Butler, Koo Jong A. e adesso di Adrien Missika.
11/06/2018
Claudio Chiriv - novionline@novionljne.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Maddalena in video
La Maddalena in video
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Maddalena, visita virtuale
Maddalena, visita virtuale
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!