Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Val Borbera

Val Borbera: avanti tutta sul parco naturale, ma ci sono i primi screzi

Tante teste, tante idee: quando ci si mette all'opera per un progetto che coinvolge più persone non sempre fili tutto liscio. E' così anche nel caso del parco naturale dell'Alta Val Borbera, idea promossa dal sindaco di Carrega Ligure Marco Guerrini e dall'amministrazione comunale del borgo valborberino
VAL BORBERA - Tante teste, tante idee: succede che quando ci si mette all'opera per un progetto che coinvolge più persone, o più enti come in questo caso, non sempre fili tutto liscio. È così anche nel caso del parco naturale dell'Alta Val Borbera, idea promossa dal sindaco di Carrega Ligure Marco Guerrini [in foto] e dall'amministrazione comunale del borgo valborberino che l'ha appoggiata in pieno tanto che ne è venuta fuori una delibera di consiglio comunale.

Ma il territorio della valle è vasto e attraversa diversi Comuni. I sindaci di Albera, Cabella, Cantalupo, Mongiardino, Roccaforte e Rocchetta hanno chiesto maggiore coinvolgimento in questa iniziativa tramite la Regione Piemonte, uno degli attori fondamentali nel percorso per l'istituzione del parco.

Lunedì scorso tutti gli enti coinvolti si sono incontrati ad Alessandria alla presenza dell'assessore regionale Alberto Valmaggia, del presidente della Provincia Gianfranco Baldi, del presidente delle Aree Protette dell'Appennino Piemontese Dino Bianchi e del responsabile del settore regionale Biodiversità Aree Naturali.

"Credo che il nascente parco ne esca rafforzato, anche sulla base dei due temi principali portati al tavolo dai colleghi sindaci - è il commento del primo cittadino di Carrega - La supposta mancanza di coinvolgimento addebitata al Comune di Carrega trova due risposte: il "progetto parco" fu trattato, sua mia richiesta diretta al presidente dell'Unione Terre Alte, a lato della Giunta del 23 giugno 2017; l'agenda politica interna del Comune di Carrega Ligure resta e resterà onore ed onere del Comune di Carrega Ligure".

Sul nome, Guerrini fa notare che "è stato scelto per influenzare positivamente il territorio limitrofo al Comune di Carrega, anche se non direttamente interessato dai confini del nascente parco. Un nome che potesse essere di richiamo, di marketing territoriale, in modo particolare per aiutare gli operatori economici di valle".

Il nome affidato da Carrega - parco naturale dell'Alta Val Borbera - potrebbe quindi cambiare, ma l'iter per la realizzazione dell'area protetta sta proseguendo, anche se le questioni da affrontare sono ancora molte.
11/05/2018
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Golf e auto storiche, due successi
Golf e auto storiche, due successi
Forza e Virtù, conferma a Milano
Forza e Virtù, conferma a Milano
Outlet, festa di primavera
Outlet, festa di primavera
Forte di Gavi, Forte di tutti
Forte di Gavi, Forte di tutti
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”
Premiati i vincitori del concorso “Acqua, gocce di vita”