Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Via Crispi ed Euronovi, al via il progetto del teleriscaldamento

Più di quattro milioni di euro saranno investiti nei prossimi tre anni a Novi Ligure per la costruzione di due reti di teleriscaldamento, per l'efficientamento energetico degli edifici comunali e per la l'allestimento di un "parco dell’energia" sulla collina del castello
NOVI LIGURE – Più di quattro milioni di euro saranno investiti nei prossimi tre anni a Novi Ligure per la costruzione di due reti di teleriscaldamento, per l’efficientamento energetico degli edifici comunali e per la l’allestimento di un “parco dell’energia” sulla collina del castello. A occuparsi del progetto, della realizzazione e della successiva gestione saranno Acosì – società del gruppo Acos – Iren Energia e Tre Colli, presente con patron Tarcisio Persegona.

L’ok è arrivato dalla Società di committenza regionale del Piemonte, che al termine di una lunga procedura ha aggiudicato la gara per l’affidamento in concessione del cosiddetto Piano di efficientamento energetico comunale. L’opera principale consisterà nella creazione di due reti di teleriscaldamento, una nel quartiere di via Crispi e a Euronovi. In pratica, abitazioni ed edifici pubblici dei due quartieri riceveranno acqua calda da altrettante centrali ad alto rendimento, abbattendo i costi del riscaldamento invernale e riducendo l’inquinamento.

«Abbiamo scelto queste zone della città – ha detto l’amministratore delegato di Acos Mauro D’Ascenzi – sia perché sono densamente popolati sia perché c’è un numero rilevante di edifici pubblici». «Il progetto – ha aggiunto Giuseppe Bergesio di Iren Energia – è modulabile. Abbiamo pensato a singole aree di teleriscaldamento anziché a un’unica grande rete. In futuro quindi nulla impedirà di estendere il sistema ad altri quartieri».

L’impegno maggiore, come ha spiegato Diego Ferrini di Acosì, sarà proprio per la costruzione delle due reti: 3,16 milioni di euro, che comprenderanno anche la la realizzazione di due impianti di cogenerazione a gas metano ad alto rendimento. Quello di via Crispi sarà da 2,54 megawatt e sarà alimentato per una piccola parte anche da energia geotermica, mentre quello di Euronovi sarà da 0,76 megawatt. Quasi 900 mila euro saranno spesi per l’efficientamento energetico di diversi edifici comunali (Museo dei Campionissimi, centro fieristico, scuole Zucca e Boccardo, palazzi Pallavicini e Dellepiane) mentre altri 225 mila euro serviranno per installare lampadine a led in 12 edifici scolastici. Per la realizzazione di un “parco dell’energia” sulla collina del castello è previsto un investimento di 106 mila euro.

«Per la comunità i vantaggi saranno diversi – ha spiegato il sindaco Rocchino Muliere – Per i prossimi 33 anni [periodo di durata della concessione; ndr] il Comune risparmierà ogni anno oltre 100 mila euro sul riscaldamento. Inoltre avremo una diminuzione dell’uso di energia elettrica e aumenteremo le entrate grazie ai canoni di concessione che le tre società dovranno pagare».
14/06/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Maddalena in video
La Maddalena in video
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Maddalena, visita virtuale
Maddalena, visita virtuale
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!