Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

Moderati, ecco i candidati per le regionali

Sono Claudio Falleti, Dino Angelini, Alfonsino Bassi e Stefania Piantato
POLITICA - Sono Claudio Falleti (39 anni, avvocato, ex assessore della giunta Rossa ad Alessandria ed ex consigliere comunale), Dino Angelini (classe 1950, commercialista a Gavi e, in passato, sindaco di Mornese per tre legislature), Alfonsino Bassi (salese classe 1955, da poco in pensione dopo esser stato alle dipendenze di una multinazionale con vari incarichi, già candidato alle amministrative di Alessandria nel 2012 e nel 2017) e Stefania Piantato (classe 1961, amministratrice immobiliare, sindaco di Felizzano dal 2009 al 2014 e membro del consiglio direttivo dell’associazione Famiglie Sma - Spinal muscolar atrophy) i candidati dei Moderati alessandrini per il consiglio regionale.

“Attraverso il loro impegno - commenta Diego Malagrino, responsabile del movimento - e sostenendo la candidatura a presidente di Sergio Chiamparino (centrosinistra, ndr), cercheremo di realizzare per davvero la Regione dei Comuni: le realtà territoriali, piccole e grandi, hanno sofferto molto negli ultimi anni il progressivo disimpegno delle Province in settore cardine, trovandosi da un giorno all’altro senza referente con cui confrontarsi”.

“Mi fa piacere sostenere il gruppo in questa corsa - analizza invece Falleti - Ho deciso di candidarmi perché, nei momenti difficili, è giusto mettersi in gioco. E mi piacerebbe portare all’attenzione della Regione i problemi e le difficoltà dei più deboli”.

“Sono stata sindaco di Felizzano per cinque anni - ricorda al contrario la Piantato - e dopo un lustro in cui mi sono dedicata al lavoro, spero di tornare a dare il mio contributo. Il primo argomento da affrontare a Torino? Il welfare, sicuramente”.

Primo cittadino, e addirittura per tre mandati, è stato pure Dino Angelini, a Mornese: “Ora mi occupo di cultura e turismo e presiedo un’associazione di 18 Comuni della zona - sottolinea – Il nostro sogno? Il riconoscimento Unesco, oltre a un impegno per il ripopolamento di paesi che si stanno svuotando, di servizi e di residenti”.

Chiude Bassi, da pochi mesi in pensione dopo oltre 43 anni di lavoro in una multinazionale: “Credo in una politica capace di andare incontro alle persone - spiega - Una politica che sia trasparente nelle scelte e nelle informazioni”.
11/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà